Ha chiuso la fase a gironi dell'Europeo Under 17 in corso in Irlanda da capocannoniere e, in vista del quarto di finale contro la Repubblica Ceca che può spalancare le porte delle semifinali e del Mondiale di categoria del prossimo autunno, il nome di Adil Aouchiche è di quelli da segnare in rosso in prospettiva futura. Il centrocampista classe 2002 della Francia sta confermando tutto ciò che di positivo ha mostrato anche con la maglia del Paris Saint Germain, nel quale è uno degli elementi di spicco della formazione Under 19 allenata da Thiago Motta. 

NUOVO VERRATTI - Un riferimento niente male l'ex centrocampista di Barcellona, Genoa e Inter per la crescita del ragazzo di origini algerine, che dall'età di 11 anni milita nelle giovanili del club della capitale e che, per caratteristiche fisiche e tecniche (e con i dovuti paragoni) è stato già accostato a Marco Verratti. Come il calciatore italiano, Aouchiche è una mezzala da 4-3-3, destro naturale in grado di giocare senza problemi pure come interno di sinistro e utilizzato pure come regista nella variante del 4-2-3-1. Bravo nell'impostare il gioco tanto sul breve che sul lungo, spicca per dinamismo e capacità di inserimento, oltre che per un calcio piuttosto preciso, anche dalla distanza e anche sui piazzati.

 
GLI OCCHI DELL'INTER - Doti che sono emerse chiaramente nelle prime tre partite dell'Europeo disputate da Aouchiche, autore di una tripletta contro la Svezia e di altri due gol contro Inghilterra e Olanda, due delle principali candidate alla vittoria del torneo. La conferma della capacità del ragazzo di tenere botta anche nei contesti più competitivi, con la Youth League (nella quale ha lasciato il segno con un grande gol contro il Napoli) che ha rappresentato un'ottima palestra. E che gli ha consentito di acquisire quella visibilità internazionale che può riscrivere il suo futuro; il ds del PSG Antero Henrique gli ha offerto il primo contratto da professionista, ma Aouchiche, complici i sondaggi delle tante squadre che hanno iniziato a seguirlo con insistenza, tra cui l'Inter, ha preso tempo