Commenta per primo
Gigi Buffon, portiere dell'Italia, parla a Sky Sport in vista della sfida con l'Albania: "Non ho parlato tanto, abbiamo parlato tanto. E' un momento delicato ed importante, di conseguenza bisogna avere in testa concetti chiari per cercare di uscire da questa situazione. E' utile un confronto diretto tra giocatori e allenatore. Alla fine è stato così, mi è dispiaciuto che siano uscite notizie prive di fondamento. Il colloquio con tutta la squadra è avvenuto con il consenso del mister e dello staff, mettendo in luce cose importanti da fare per arrivare al meglio agli spareggi. Si era sparsa la voce che ci eravamo staccati dalla conduzione tecnica, che non siamo d'accordo con il modulo tattico. Non è corretto, e mi spiace perché con la Macedonia abbiamo sì incontrato difficoltà e non ci aspettavamo applausi, ma non è vero che nelle squadra c'è una fronda contro l'allenatore. Vogliamo raggiungere un traguardo importante. Albania? E' una partita che vale. Dovremo dare una risposta importante. Questo ci garantirà un play-off da protagonisti. Quello che interessa di più è che ognuno di noi si prenda le responsabilità del caso, e che ognuno di noi riesca a mettere dentro e fuori dal campo il meglio che ha, perché serve. Ottimista? Sì, perché con tutto il gruppo le cose vanno bene e mi sembra che ci siano segnali importanti di voler ritrovare compattezza, identità e voglia di voler stupire. Con quelle siamo un'ottima squadra".