Il ritorno della Serie A dopo la sosta per le nazionali porta con sé, anche se non ufficialmente secondo calendario, l’autunno. E l’autunno, nell’intrattenimento, è sempre sinonimo di grandi novità. Non fa eccezione la musica. In tv, tra lo show di Bocelli (il suo album uscirà il 26 ottobre) su Rai Uno e la prima puntata di X-Factor con Asia Argento giudice "senza portafoglio", si è già intravisto qualcosa. Si sa, però, che quando si tratta di arte a 7 note, le partite migliori si giocano sempre tra arene e giradischi. E quest’autunno 2018 sarà ricco di big match. 

Settembre è già partito alla grande, con tre uscite discografiche d’antologia, si tratta di Egypt Station di Paul McCartney, del ritorno di Nile Rodgers con i suoi Chic dopo più di 25 anni (It’s about time) e dell’album d’addio di Paul Simon, In The Blue Light. Si proseguirà in grande stile, il 14 con il Modfather Paul Weller (True Meanings), l’album solista del chitarrista dei Guns n’ Roses Slash (Livin’ The Dream), la dance di David Guetta (7) e l’indie-rock dei Low (Double Negative).

Ci sarà anche un po’ di Italia tra le uscite di settembre, il 21 con Love dei Thegiornalisti e il 28 con il ritorno di Loredana Bertè (Libertè). Gué Pequeno con il nuovo album Sinatra ed Eros Ramazzotti (che rivela di aver pensato al ritiro) con Vita ce n'è. Gli amanti dell’indie rock inglese stanno invece aspettando le ultime fatiche degli Suede (The Blue Hour) e degli Alt-J (Reduxer). Per gli amanti del rap ci sarà infine la possibilità di tornare alle origini e apprezzare la vecchia scuola dei Cypress Hill, in uscita il 28 con Elephants on Acid dopo 8 anni di assenza. 

Tra i concerti, dopo l'ottimo Home Festival a Treviso, il Milano Rocks Festival e qualche evento più di nicchia tra cui il Summerfield a Cassano Magnago con i Punkreas che si aggiungono alla lunga lista di performance estive anti-Salvini (dopo Nina Zilli, Gemitaiz, Frankie Hi Nrg, Ghali e J Ax) da non perdere ci saranno tre mostri sacri di casa nostra, Claudio Baglioni e Antonello Venditti, che saranno in scena all’Arena di Verona tra il 15 e il 23 settembre, e Laura Pausini in tour dal’8. Tra gli appuntamenti più interessanti ma meno mainstream segnaliamo l’indie-rap dei Coma_Cose (12) e l’elettronica di Fritz Kalkbrenner (14) al Circolo Magnolia di Milano e il sempre delicato ed emozionante cantautorato di Passenger (18) all’Alcatraz.

CLICCA SULLA GALLERY PER IL CALENDARIO DELLE PARTITE DI CALCIO 

Anche ottobre sarà prolifico quasi quanto Piatek e Benassi in questo inizio di stagione. L’attesa più grande è sicuramente per il ritorno dei Subsonica dopo un lungo periodo di pausa. Il loro ottavo album, il cui titolo è 8 per l’appunto, uscirà il 12 ed è stato anticipato da un singolo (Bottiglie rotte) che fa ben sperare con un sound che richiama la carica dei lavori di inizio anni 2000. Attesi per il mese di ottobre anche Wandered della cantautrice statunitense Cat Power e The Stars, The Oceans & The Moon dei post-punk britannici Echo & The Bunnymen, il 5. Tra il 12 e il 19 usciranno invece Look Now di Elvis Costello (anticipato dalla stupenda ballata Suspect My Tears), Darker Days degli svedesi Peter Bjorn and John e soprattutto Natural Rebel dell’ex The Verve Richard Ashcroft, il cui singolo Natural Rebel è uscito a inizio settimana.

Tra i concerti di ottobre spiccano un po’ di revival anni ’80 tra la new wave degli Spandau Ballet (tra il 23 e il 25), il rock degli Europe (il 2) e il folk rock degli America (tra il 13 e il 15) e del buon rock britannico (The Fratellis il primo, Suede il 4 e George Ezra il 26). Il 23 ottobre la Wembley Arena di Londra ospiterà l’anteprima mondiale del film Bohemian Rhapsody, il biopic dedicato alla vita e alla carriera di Freddie Mercury dei Queen. 
Per l’Italia sarà invece il mese dei tour di Ghali, Thegiornalisti e J-Ax. Quest'ultimo ha annunciato di aver fatto pace con Jad: "Gli Articolo 31 tornano finalmente assieme esclusivamente per le 5 date al Fabrique il 15,16,17, 21 e 22 ottobre". 

Chiudiamo con un breve cenno a novembre, quando tra le uscite con la maggior vibra e attenzione ci saranno No Tourist dei Prodigy il 2 e soprattutto Simulation Theory dei Muse il 9. Tra i concerti invece l’attesa è grande per Bryan Adams (23  a Padova e 24 a Montichiari), Liam Gallagher (15 a Conegliano e 16 a Roma) e per il Club to Club di Torino (2 e 3), uno dei migliori festival elettronici internazionali per organizzazione e qualità della line up. 

Instagram: @vannipale
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Pe festeggiare 25 anni di carriera ho pensato una cosa: non voglio prendere per il culo nessuno. E se voglio essere onesto non posso ignorare una parte fondamentale e formativa della mia carriera - i primi 10 anni negli Articolo 31. Un’intera generazione è cresciuta ascoltando “L’italiano medio”, “la mia ragazza mena“, “2030”, “Così Com’è”, “Ohi Maria” e tanti altri pezzi e sembrerebbe assurdo far finta con voi che questa storia non sia mai successa. Inoltre io e Jad abbiamo fatto finalmente pace. Abbiamo messo una pietra sopra ad anni in cui non ci siamo risparmiati critiche e malignità, ma siamo anche uomini abbondantemente adulti e i veri uomini riescono a perdonare gli amici. Nella vita, del resto, possiamo comprare tutto, tranne le persone che ci stanno vicino e a cui vogliamo bene. Per questo motivo sono felice di annunciarvi una cosa che mi chiedete da anni: gli Articolo 31 tornano finalmente assieme esclusivamente per le 5 date al Fabrique il 15,16,17,21 e 22 ottobre. In ognuno dei live ci sarà un momento dedicato agli Articolo 31 in cui io e Jad faremo alcuni pezzi storici assieme per celebrare quei magici anni. È tempo di tornare a cantare tutti assieme. Abbiamo tanto da recuperare.

Un post condiviso da J-Ax (@j.axofficial) in data: