Commenta per primo
Dopo il derby, ha parlato anche il commissario tecnico della Nazionale. Così Roberto Mancini a Rai Sport: “Icardi? Non conosco i problemi che ci sono o che ci sono stati. Stasera l’Inter ha fatto un’ottima partita, voleva riscattare la prova opaca di giovedì e ci sono riusciti”.

TRAPATTONI - “Oltre ad essere stato un grande calciatore e un grande allenatore è un grande uomo, una persona per bene. Festeggia 80 ed è in forma”.

SFIDE DELLA NAZIONALE - “Non si vince per decreto. Bisogna preparare bene le partite ed essere concentrati perché ogni gara nasconde insidie, specialmente la prima. La Finlandia è una squadra tonica a livello fisico e non sarà una passeggiata. Noi vogliamo vincere tante partite per questioni anche di ranking”.

QUAGLIARELLA - “L’ho chiamato perché continua a fare gol. E’ chiaro che ha un’età avanzata rispetto agli altri però penso che ci potrà dare una mano”.

SCELTE - “Adesso vediamo le condizioni. Chiaramente ci manca Insigne che era già rodato nel nostro gioco. Dovremo cambiare però c’è la possibilità. Se può essere utile la prima punta di peso? I primi giorni saranno di recupero e poi vedremo quale sarà la soluzione migliore per affrontare la Finlandia, squadra fisica, corta e che difende bene”.

ZANIOLO - “Se può giocare dall’inizio? Sta facendo bene in campionato e do atto a Di Francesco di averlo schierato. Sta migliorando, è un ragazzo giovane ma c’è bisogno di tempo. Il ruolo di Zaniolo? Da quello che io ho visto nell’Under 19 credo che la sua posizione migliore sia di interno di centrocampo. Ha qualità tecniche e fisiche, arriva al tiro facilmente ma nella Roma ha giocato in altre posizione facendo bene”.