23
Roberto Mancini è in finale con Pep Guardiola e Thomas Tuchel per vincere il premio Fifa come miglior allenatore dell'anno 2021, che sarà assegnato lunedì 17 gennaio. Il ct dell'Italia ha dichiarato a SportWeek, il settimanale in edicola sabato con la Gazzetta dello Sport: "Tocca a noi togliere le castagne dal fuoco, ma quello che abbiamo fatto in estate non è casuale. Quindi, possiamo e dobbiamo crederci e dare tutto".

"Ho sognato una finale mondiale Italia-Brasile 1-0. Jorginho ha segnato 2 rigori a Santo Stefano all'Aston Villa? Se è per questo, ne ha segnati 6 dopo la Svizzera... Ma non sono arrabbiato. Lui ci ha portato in finale con la Spagna. Poi magari vinceremo il Mondiale e lo faremo con un suo rigore, chi lo sa...". 

"La foto del 2021 è quella finale dopo l’Inghilterra, dove ci siamo tutti, anche se mancano un po’ di ragazzi. Perché quando dico grazie, penso ai 50/60 che hanno contribuito a portare a casa l’Europeo sin dalle qualificazioni". 
"Finché giocava Totti, era in lui che mi rivedevo. Aveva un gioco simile al mio".