Commenta per primo

«Questa partita contro l'Uruguay è il test più significativo per noi da quando alleno la Nazionale. Loro sono una delle squadre più importanti a livello internazionale, pochi mesi fa hanno vinto la Coppa America, e hanno gente con tecnica e molta personalità».

Il ct azzurro Cesare Prandelli presenta così la partita di domani all'Olimpico, sottolineando che «all'inizio giocherà la formazione con Montolivo, la stessa con cui siamo partiti con la Polonia. Lo faccio perchè voglio che si riparta dalle cose che nell'ultima gara non abbiamo fatto bene. Voglio capire se quei primi 25 minuti in cui siamo stati in difficoltà sono dipesi dal fatto che giocavamo con due attaccanti diversi dal solito o se ora, senza Cassano e Rossi che tornavano molto ad aiutare i compagni, ci sono problemi strutturali. In quel caso dovrei preoccuparmi e vedere di cambiare qualcosa, non a livello di uomini ma di modulo».

Precisato che nella ripresa si passerà al 4-3-3 con l'ingresso di Pepe, Prandelli spiega che «da Osvaldo e Balotelli voglio che quando perdono palla devono essere i primi ad aiutare i compagni. Voglio che siano molto attivi da questo punto di vista».
 

Get Adobe Flash player