Sull’edizione odierna de La Stampa, Marco Tardelli scrive al CT della Nazionale italiana Roberto Mancini: “Se vuoi fare la rivoluzione devi avere il coraggio di cambiare, cambiare molto, profondamente, dall’alto al basso, convogliando tutte le energie sulla squadra, la selezione dei suoi componenti. Manda a quel paese tutti quelli che parlano di giocatori in erba: tu, a 17 anni, e non eri il solo, già eri un fuoriclasse. Parecchi titolari in Nazionale, a 21-22 anni venivano mandati a giocare il Mondiale. E magari lo vincevano. Non voglio recriminare sul passato, per carità. Tu e solo tu potrai determinare questo cambio di direzione”.