Un 42enne italiano nato in Canada che gira il mondo facendo l'allenatore. Le peripezie di Stefano Cusin per il pianeta non finiscono mai: ora, dopo aver vinto il campionato libico con l'Al Ittihad, ecco per lui una nuova sfida: affiancare Walter Zenga nella conduzione dell'Al-Nassr, formazione della massima divisione dell'Arabia Saudita.

Una sfida stimolante: "Parto il 24 assieme a Walter per questa nuova avventura - dice in esclusiva a calciomercato.com - sarò il vice di un grandissimo allenatore. E ne sono orgoglioso".
La chiamata dell'ex Uomo Ragno arrivò a gennaio: "Walter si era liberato dal Palermo e aveva questa opportunità - precisa Cusin - mi ha chiesto la disponibilità e io ho impiegato 30 secondi a rispondergli. Perché conosco il personaggio, ma anche perché avevo bisogno di nuovi stimoli: in Libia ho vinto tutto e quindi avevo deciso di cambiare aria; perché il calcio è comunque stimoli, sfide. Avevo un accordo con una nazionale africana, ma cose sono andate per le lunghe e quando Walter ha chiamato sono andato di corsa".

In carriera, Stefano Cusin, che ha vinto il campionato 2008/09 in Libia con l'Al Ittihad, ha allenato anche in Bulgaria (Botev Plovdiv), Congo (nazionale Under 21 e Olimpica), Camerun (Acada Sports) e in Italia (Empoli, Montevarchi, Arezzo): "Considero Walter un allenatore molto preparato - prosegue - non il classico ex campione che va in panchina e basta, ma un uomo capace, non smette mai di imparare e studiare. Il mio accordo, come quello suo, è per due stagioni. L'Arabia Saudita? E' un paese tutto da scoprire, c'è tanta gente appassionata anche perché non c'è altro diverimnto che calcio; vedere 70.000 spettatori è qualcosa di fantastico. L'obiettivo? Costruire una squadra per vincere la Champions League asiatica in 2-3 anni".