79
Prosegue oggi il referendum di calciomercato.com per nominare il calciatore italiano del Millennio. E' la quarta sfida degli ottavi di finale: Di Natale contro Buffon. A disposizione ci sono tre punti: 1 assegnato dalla giuria tecnica, 1 dalla redazione di Calciomercato.com e 1 dal voto degli utenti (VOTA). Il sondaggio tra gli utenti si chiuderà alla mezzanotte di oggi, domattina vi sveleremo chi ha vinto questo terzo duello e presenteremo il quarto.

Utenti di calciomercato.com: Nesta
22% Vieri,
78% Nesta.

Giuria tecnica: Nesta
Vieri 1
Nesta 4
Stefano Agresti: Vieri
Alberto Cerruti: Nesta
Giancarlo Padovan: Nesta
Alberto Polverosi: Nesta
Mario Sconcerti: Nesta

Redazione di Calciomercato.com: Nesta
Vieri 7
Nesta 10
Carlo Pallavicino: Nesta
Gianluca Minchiotti: Vieri
Federico Zanon: Nesta
Andrea Distaso: Vieri
Emanuele Tramacere: Vieri
Alessandro Di Gioia: Vieri
Angelo Taglieri: Nesta
Federico Albrizio: Nesta
Cristian Giudici: Vieri
Andrea Sereni: Nesta
Luca Fazzini: Nesta
Pasquale Guarro: Nesta
Daniele Longo: Nesta
Nicola Balice: Nesta
Alessandro Cosattni: Nesta
Fabrizio Romano: Vieri
Francesco Guerieri: Vieri​
Anche stavolta è finita 3-0. Per l’“Italiano del Millennio” di Calciomercato.com Alessandro Nesta ha battuto Bobo Vieri conquistando tre giurie su tre. Rispetto ai duelli precedenti (Pirlo-Inzaghi e Maldini-De Rossi), i parziali sono meno schiaccianti. La giuria degli opinionisti ha dato 4 voti al difensore e 1 all’attaccante, quella della redazione 10 a 7, mentre quella dei lettori ha assegnato a Nesta il 78 per cento dei voti.

Oggi il duello è fra Di Natale e Buffon e il vincitore andrà ad affrontare Nesta. Totò è un giocatore che avviciniamo volentieri a Giancarlo Antognoni, non certo per caratteristiche di gioco (anche se tutt’e due avevano una tecnica pazzesca) ma perché le loro scelte di carriera li hanno allontanati dai grandi palcoscenici e dalle conseguenti vittorie. Di Natale è Udine come Antognoni è Firenze: altrove, in club più importanti, avrebbero vinto molto di più, ma non avrebbero rappresentato i loro popoli. La differenza fra i due è stabilita dalla Nazionale: il 10 viola è campione del mondo, mentre Totò con la maglia azzurra non ha mai avuto molta fortuna, se si eccettua un secondo posto a Euro 2012. Dal 2000 al 2016, quando ha smesso di giocare, ha segnato 225 gol fra Serie B (un anno con l’Empoli) e Serie A. E’ stato capocannoniere per due campionati di fila, 2009-10 (29 gol) e 2010-11 (28 gol). Confessiamo una passione particolare per questo giocatore, un attaccante fantastico e fantasista, uno di quelli che valevano il biglietto. Il suo “no” alla Juventus ha trasformato un napoletano nel simbolo del Friuli.

Dei 16 scelti dalla redazione di Calciomercato.com come migliori giocatori dei primi venti anni del 2000, Buffon è uno dei tre ancora in attività (gli altri due sono Chiellini e Immobile) e di questi è il più anziano. Nel ventennio preso in esame ha vinto quasi tutto, un campionato del Mondo, scudetti a raffica, coppe nazionali, gli manca però la Champions Legue ed è per questo, oltre che per i record, che è tornato alla Juve. Gigi ha 42 anni, ma con quel fisico e con quella testa potrebbe andare avanti chissà per quanto. Non ha attraversato generazioni, ma epoche intere. E’ stato per anni il miglior portiere del mondo.