88
Giorni decisivi per il futuro del Milan. La svolta storica sembra essere vicina, Silvio Berlusconi dopo una lunga e attenta riflessione si sta convincendo a cedere le quote a un guppo cinese, del quale non si conoscono tutti i dettagli perchè le parti hanno firmato un patto di riservatezza. Dopo le voci su Robin Li, inventore del motore di ricerca Baidu e sesto uomo più ricco di Cina, e Li Ka Shing, proprietario di Hutchinson Whampoa, gruppo leader nel mondo delle telecomunicazioni, vanno registrate quelle su J​ack Ma, uomo più ricco d'Asia e fondatore del colosso dell'e-commerce Alibaba. Ma questa volta sono molto più di semplici rumors.

NO COMMENT CHE SA DI CONFERMA - L'offerta prevede l'acquisizione da parte dei cinesi di circa il 70% delle quote subito e il restante 30 entro un anno, per una cifra complessiva di circa 500 milioni di euro. La metà di quanto 'offerto' (ma senza disponibilità) da Mr Bee. Calciomercato.com ha cercato conferme ufficiali in queste ore, ma sia Fininvest sia Alibaba Europe si sono trincerati dietro un "no comment". Lo stesso amministratore delegato di Mediaset, Pier Silvio Berlusconi, a margine dell'assemblea degli azionisti di Mediaset, non ha voluto esporsi, senza però smentire quanto sta succedendo: "Non so niente, non posso dire niente. Mi auguro solo che il Milan a breve trovi una strada definitiva che riporti la squadra in un progetto che guarda al futuro". Novità significative sono attese tra domani, giorno dell'assemblea dei soci del Milan, e il weekend