40


Giorgio Chiellini non ha perso tempo. “Darmian? Con tutto il rispetto per il Toro, merita il palcoscenico della Champions League”. Traduzione: caro Matteo, vieni alla Juve che ti accogliamo a braccia aperte. La grande vittoria degli azzurri sull’Inghilterra ha catapultato all’attenzione generale il ventiquattrenne terzino granata, cresciuto alla scuola del MIlan che però non ha creduto in lui, splendido protagonista della banda Ventura e ora, dopo sole due presenze, titolare inamovibile della Nazionale.

La sortita di Chiellini ha scatenato la protesta dei tifosi del Toro e di Cairo che non le ha mandate a dire a Chiellini. D'altra parte, i sostenitori granata hanno buoni motivi per preoccuparsi:  ceduto Immobile al Borussia Dortmund, in ambasce per Cerci pressato dalla Roma (Cairo chiede 20 milioni, Sabatini risponde 15 miloni e Romagnoli in prestito), ora temono parta anche Darmian.

Ma il debutto mondiale ha fatto un gran bene anche ad Antonio Candreva, fra i migliori in campo a Manaus.
Lotito l’ha riscattato dall’Udinese per 9 milioni e adesso lo valuta 25 milioni: il Psg non si è spaventato Tutt‘altro.Tanto da offrire all’azzurro un contratto triennale da 15 milioni lordi: Candreva ci sta pensando, così come Marco Verratti non è insensibile alle lusinghe del Real.

Ancelotti ha scritto il nome del centrocampista al primo post dell’elenco dei rinforzi madrilisti. Alla voce partenze, invece, figura Morata, 21 anni, valutato 25 milioni di euro da Florentino Perez  che è disposto a cederlo alla Juve in prestito per un anno, fissando però il diritto di riscatto a quella cifra. Non un euro di meno.

La domanda che la gente bianconera si pone è semplice: perchè la Juve vuole svenarsi per un promettente attaccante spagnolo che deve dimostrare ancora tutto quando aveva la metà del cartellino di Immobile e l’ha ceduto ai tedeschi per complessivi e soli 19,5 milioni di euro? Ma il capocannoniere dell’ultima serie A, 22 gol senza calciare i rigori, vale meno di Morata? E anche Zaza e Berardi, di proprietà della Juve, che cos’hanno che Morata non ha: forse il cognome straniero?


E’ italiano, invece, il primattore di Prandelli: si chiama Mario Balotelli, 23 anni, in gol al debutto nel mondiale,  lui che era andato a segno sia nell’Europeo sia nella Confederations Cup, 13 reti in 31 presenze con la maglia azzurra.

Al Milan c’è qualche bello spirito che da giorni accarezza l’idea di cedere SuperMario, l’unico giocatore in grado di consentire l’incasso di almeno 25 milioni di euro. Denaro necessario per andare a prendere Iturbe, riscattato dal Verona che ha versato al Porto 15 milioni. A parte il fatto che Iturbe gioca in un ruolo diverso rispetto a Balotelli, non si capisce perchè il club di Berlusconi debba cedere l’attaccante titolare della Nazionale attorno al quale, invece, ricostruire una squadra degna dei 28 trofei allineati in bacheca durante la gestione dell’ex premier. Anche perchè Mandzukic, che piace tanto a Inzaghi ed è in rotta con il Bayern, viene valutato 30 milioni dai tedeschi. 

Ma Balotelli vale meno di Manduzkic? No. Secondo Zamparini, "se qualcuno dà 40 milioni a Galliani questi vende subito Balotelli".  Seguite su calciomercato.com gli sviluppi del caso Higuain e vi divertirete.

Xavier Jacobelli
Direttore Editoriale www.calciomercato.com