11
La vittoria sul Chievo è quanto mai corroborante e provvidenziale per l'Inter che, in campionato, sotto la guida di Mancini, prima del successo sui gialloblù aveva inanellato un pareggio e due sconfitte. I nerazzurri sono tornati in quota e nell'incertissima lotta per il terzo posto hanno tempo e modo per dire la lro anche se, per ora, sono a sei punti da quella posizione.
Ma, proprio perché Thohir per primo sa quanto sia fondamentale riportare l'Inter nella dimensione internazionale che le compete, il successore di Moratti deve fare uno sforzo sul mercato di gennaio ed esuadire le richieste di rafforzamento dell'organico formulate dallo stesso tecnico prima dell'ultimo impegno di mercato.
Cerci, Salah, Januzaj sono nomi importanti per un club che vuole tornare importante, ma ha bisogno di rinforzi. A cominciare dall'ex granata, inopinatamente finito ai margini dell'Atletico Madrid e smanioso di rivincite.  Le ragioni di bilancio sono primarie, tuttavia, più pressante ancora è l'esigenza di aiutare Mancini a rilanciare l'Inter ai massimi livelli. Lo sanno anche in Indonesia.

Xavier Jacobelli
Direttore Editoriale www.calciomercato.com