8
Era ancora dicembre quando, pensando a Brasile 2014 e alla prodezza delle regole del sorteggio cambiate in corsa per sfavorire l'Italia, calciomercato.com riassunse in due parole l'augurio per il nuovo anno: Blatter, vattene!

Mai auspicio rischia di essere benevolmente più accolto dagli dei del calcio che stanno trasformando in un inferno il torneo brasiliano dell'ex colonnello svizzero. Il quale si è ben guardato dal prendere ufficialmente parola in uno stadio, sapendo benissimo che fine avrebbe fatto, ma da settimane è sottoposto al cannoneggiamento degli inglesi che non gli perdonano nulla e ne hanno ben donde. 

Ogni domenica la lettura del Sunday Times diventa un imperdibile esercizio da eseguire alla scoperta dei segreti della Fifa, la federcalcio mondiale che Blatter presiede da quattro mandati consecutivi, puntando al quinto. 

Con britannico humour, il giornale inglese racconta che i membri del comitato esecutivo Fifa "hanno risposto alla domanda di nuove regole etiche raddoppiandosi segretamente gli stipendi". Secondo il Sunday Times, il cui articolo è stato ripreso da gazzetta.it, la Fifa consente che i pagamenti avvengano presso i conti aperti dalla federcalcio internazionale in una banca svizzera da cui i dirigenti possono prelevare le somme cash. Ciascuno dei 25 membri del comitato esecutivo, rivela il Sunday Times, avrebbe visto il proprio stipendio passare quest'anno da 100mila a 200mila dollari più benefit vari.

Tutto provato, secondo i giornalisti inglesi, da documenti fuoriusciti in qualche modo dai cassetti della Fifa, i famosi 'Fifa files' che stanno permettendo al Sunday Times di centellinare una notizia bomba dopo l'altra e mettere così in gravissimo imbarazzo e difficoltà Blatter e i suoi collaboratori.

Un esperto fiscale che ha studiato le carte, ha accusato la Fifa di "aver reso più facile la vita" ai suoi nell'evitare le tasse e di fatto ha permesso di portare da 100mila a 200mila dollari il compenso per un lavoro part time. Il tutto, va detto, in aggiunta ai rimborsi spese: viaggi gratis in business class, hotel a cinque stelle gratis, ristoranti di lusso gratis.

Ora è auspicabile che Blatter intervenga sul tema e, già che si trova in Brasile, organizzi un tour di conferenze nelle città sedi delle partite per spiegare agli Indignados chi sono, che cosa fanno e quanto guadagnano esattamente i membri dell'esecutivo Fifa.

En passant, lo stesso Blatter potrebbe cortesemente illustrare all'uditorio l'andamento dell'inchiesta Fifa sul presunto caso di corruzione circa l'assegnazione al Qatar del mondiale 2022. Curiosamente, la chiusura dell'inchiesta è slittata a settembre. Dev'essere perché adesso fa troppo caldo.

Xavier Jacobelli
Direttore Editoriale www.calciomercato.com