142
Lo Jiangsu Suning è campione di Cina. La squadra della famiglia Zhang, proprietaria anche dell'Inter, vince 2-1 la finale di ritorno contro i campioni uscenti del Guangzhou Evergrande allenati dall'italiano Fabio Cannavaro. I tifosi cinesi hanno riempito per metà gli spalti del Dalian Sports Center Stadium, che ha una capienza di 60mila posti. 

Dopo lo 0-0 dell'andata, decidono i gol segnati da Eder sul finire primo tempo e da Alex Teixeira a inizio ripresa. La rete del vantaggio arriva su punizione, deviata da Paulinho e concessa per un fallo di He Chao (espulso) al limite dell'area su Teixeira. Inizialmente l'arbitro aveva concesso il rigore, per poi cambiare la propria decisione grazie all'intervento del Var. 

Inutile il gol di testa segnato da Wei Shihao, che Cannavaro fa entrare dalla panchina. In campo anche un altro ex calciatore dell'Inter: il difensore brasiliano Miranda. Nella stagione regolare lo Jiangsu Suning è arrivato secondo in classifica a 8 punti dal Guangzhou Evergrande, ma i playoff hanno ribaltato tutto. E, dopo 7 minuti di recupero, Zhang può mettere in bacheca il suo primo campionato.