344
“Higuain, Higuain, Higuain, Higuain, perché proprio la Juve”, cantavano ieri i tifosi del Napoli a Dimaro. Domani prenderà il via l’assalto della Juventus a Gonzalo Higuain, perché a Milano c’è l’assemblea di Lega e Marotta - salvo imprevisti - incontrerà Aurelio De Laurentiis e gli presenterà le proposte bianconere per acquistare l’argentino, capocannoniere della scorsa stagione di Serie A.

IL PIANO - Di fronte al pagamento della clausola da 94,7 milioni di euro (pagabile in due rate) e del sì del giocatore, De Laurentiis ha poche chance di riuscire a trattenere Gonzalo Higuain, l’uomo che con i suoi gol ha fatto sognare una città intera nella scorsa stagione. E la Juventus per convincere il patron del Napoli a cedere il giocatore sta lavorando su diverse strategie. La via maestra - come scrive il Corriere dello Sport in prima pagina - prevede il raggiungimento della clausola mediante la cessione di diversi giocatori. Su tutti c’è Simone Zaza, per cui il Wolfsburg ha già offerto 25 milioni di euro. Poi c’è Pereyra, valutato 18 milioni: l’argentino è vicino al Napoli, ma ha mercato anche in Inghilterra. Altri 10 milioni può portarli Isla, seguito dalla Fiorentina e con diversi estimatori all’estero. Poi c’è Rugani, il meno sacrificabile tra tutti, ma per il quale Arsenal ed Everton sono pronte ad offrire 25-30 milioni di euro. L’obiettivo della Juve è racimolare un tesoretto da almeno 60 milioni di euro per poi coprire il resto con soldi cash.
STRATEGIE ALTERNATIVE - Per raggiungere la clausola di Higuain, altrimenti, la Juventus può meditare altre due strategie: la cessione di giocatori al Napoli (Pereyra, Zaza, Rugani) o una cessione eccellente, ossia l’eventuale ritorno di Paul Pogba al Manchester United per 120 milioni di euro. Ma molto in questo caso dipenderà dalla volontà del giocatore. Domani Juve e Napoli saranno di fronte per l’incontro in Lega e inizieranno i giorni dell’assalto bianconero a Gonzalo Higuain. Intanto il Napoli ha fatto sapere al giocatore che il suo futuro dovrà essere chiaro entro il 25 luglio, quando il giocatore - ora in vacanza in Argentina - è atteso in ritiro a Dimaro.