Prima il nuovo allenatore e poi le scelte tecniche con un unica grande eccezione. Il futuro di Joao Cancelo rimane fortemente in bilico e, a prescindere da quello che sarà l'allenatore la possibilità di un addio è sempre più probabile. Sul tavolo dei dirigenti della Juventus è infatti arrivata già un'offerta irrinunciabile che il club bianconero sta prendendo in considerazione.

L'OFFERTA DEL CITY - Pagato la scorsa estate 40,4 milioni di euro per strapparlo al Valencia oggi Cancelo a bilancio ha un costo residuo di circa 32 milioni. Una cifra importante che non lascerebbe grossi margini di manovra per realizzare una bella plusvalenza in caso di cessione. Il condizionale è però d'obbligo perché secondo Tuttosport il Manchester City ha recapitato alla Juventus tramite intermediari una proposta da 60 milioni che porterebbero a circa 30 il valore della plusvalenza realizzata.
 
IL SOSTITUTO - Cedere Cancelo comporterebbe per la Juventus dover tornare sul mercato alla ricerca di un sostituto. In rosa c'è De Sciglio e all'occorrenza anche Cuadrado ha fatto l'esterno basso di difesa, ma il ds Fabio Paratici non vuole lasciare spazio al caso in una stagione in cui rilanciare l'assalto alla Champions. Per questo, sebbene resti nel mirino anche Kieran Trippier del Tottenham (proposto da intermediari nelle passate settimane) si fa largo con forza il nome di Cristiano Piccini, terzino destro e nazionale italiano del Valencia rappresentato dagli stessi agenti che hanno trattato con la Juventus Pochettino nelle scorse settimane. Il costo? Circa 20 milioni più bonus per un'operazione già approvata dalla proprietà. La palla ora passerà nelle mani del nuovo allenatore che dovrà dare, o meno, il suo assenso. Scopri di più su Serie alla De Cecco