Gigi Buffon è stato l'ultimo a rientrare negli spogliatoi dopo la sconfitta con il Napoli. Prima aveva ceduto l'onore delle armi agli avversari, usciti vittoriosi dall'Allianz Stadium all'ultimo secondo ma meritatamente. Ma quando è arrivato all'interno dello spogliatoio bianconero, secondo quanto raccolto da Calciomercato.com, il capitano si sarebbe fatto sentire. Eccome. Se il post partita con il Real Madrid aveva visto una Juve scatenata davanti ai microfoni, ribellandosi per quel rigore concesso dall'arbitro Oliver e vissuto come un'ingiustizia, questa volta tutta la rabbia è stata sfogata all'interno del proprio spogliatoio. Il dopo Cardiff ha acquisito settimana dopo settimana un alone di leggenda, il dopo Koulibaly per certi versi può fare ancora più rumore.

 

ALTA TENSIONE – C'è chi parla di un clima rovente in casa Juve. Che qualcosa non stia andando come voluto e sperato, lo si capisce anche in campo. E il bubbone sarebbe definitivamente esploso proprio domenica sera. Così, al suo ingresso nello spogliatoio Buffon avrebbe rivolto tutta la sua furia contro i compagni di squadra: forse non esattamente un atto di accusa, ma un “cazziatone” tipico di chi ne ha viste troppe in carriera per non capire che la Juve sta letteralmente gettando al vento una stagione intera e forse non soltanto. Il capitano si è sempre fatto sentire quando ritenuto necessario, dentro e fuori dallo spogliatoio, figuriamoci adesso che si avvicina alla fine della carriera con un percorso che rischia di concludersi con zero titoli da affiancare all'amarezza del mancato Mondiale. Ma questa volta la sua ira avrebbe scatenato una serie di reazioni a catena, tra chi attacca e chi contrattacca per difendersi: senza parlare necessariamente di una spaccatura tra gruppi ('vecchi e nuovi' piuttosto che 'senatori e sudamericani'), tra le mura dello Stadium sarebbe andata in scena in ogni caso un'accesissima lite senza prigionieri. E mentre nello spogliatoio del Napoli si festeggiava, in quello bianconero sarebbe stato Mehdi Benatia in particolare a lasciarsi prendere dal nervosismo rispondendo a tono a Buffon e altri compagni.

 

E ORA... - Ciclo finito o no, spogliatoio spaccato o no, ora per Max Allegri inizia la missione più difficile di tutto il suo quadriennio in bianconero. Trasformare questa pentola a pressione in furia agonistica e in scatto d'orgoglio per evitare di perdere lo scudetto. Precedenti in tal senso non mancano, magari una lite del genere potrebbe anche ricompattare la squadra con un patto scudetto da portare a termine. Poi sia quel che sia.

@NicolaBalice