104
La scena di Blaise Matuidi terzino sinistro è destinata a restare un unicum nella stagione della Juve: ferma al 28 settembre, giorno della sfida casalinga contro la Spal. Per l'occasione, vista l'assenza di Alex Sandro, Sarri fu costretto a inventarsi il francese in un ruolo insolito. Difficilmente lo riproporrà (nonostante una prestazione più che discreta), eppure urgono soluzioni. Con Danilo e De Sciglio ai box, infatti, i bianconeri vantano un solo terzino sinistro e non hanno alternative. Inaccettabile e rischioso per una squadra che punta a vincere tutto. Per questo, in attesa di recuperare i due infortunati - che a sinistra sarebbero comunque adattati - Paratici inizia a studiare le idee per gennaio.

PIACE EMERSON - Promessa doverosa: per tornare sul mercato, la Juve dovrà liberarsi di alcuni esuberi. Senza considerare gli spinosi casi Mandzukic ed Emre Can, urge cedere almeno gli elementi meno di spessore come Perin, Pjaca e Rugani. A questo punto, con maggior spazio in rosa, si potrà puntare l'affondo decisivo. Il primo nome della lista è Emerson Palmieri. Già sondato nella scorsa sessione invernale, il terzino della Nazionale piace molto per caratteristiche. Riportarlo in Italia, però, non sarà semplice: il Chelsea, infatti, ha ancora il mercato bloccato ed è tuttora in attesa di novità in merito.

LE ALTERNATIVE - Per questo motivo, Paratici ha pronta una lista di alternative. Il primo nome è Luca Pellegrini, giovane terzino di proprietà della Juve girato in prestito la scorsa estate al Cagliari. L'idea di farlo tornare alla Continassa resta viva ma difficilmente praticabile a gennaio. Da non escludere il nome di Matteo Darmian, sbarcato nuovamente in patria grazie alla proposta estiva del Parma. Chiude l'elenco Carlos Augusto, laterale del Corinthians.