4
La Juventus vince anche contro la Spal, seppur senza una partita convincente. Al termine della gara dell'Allianz Stadium, Massimiliano Allegri ha parlato a Premium Sport: "Non sottovalutiamo affatto il Milan. Anzi, se faremo una prestazione come quella che abbiamo fatto stasera, sabato usciremo sconfitti, con le ossa rotte. Siamo ancora sull'ottovolante: è bello giocare e fare gol, ma non abbiamo ancora capito che non dobbiamo abbassare l'attenzione". 

TROPPI RISCHI - "Eravamo partiti bene e poi siamo andati a incasinarci e siamo usciti dalla partita: in quel caso rientrare è sempre difficile. Abbiamo rischiato con Paloschi e per fortuna sul calcio d'angolo c'era fuorigioco. Dobbiamo trovare equilibrio, non a discapito della fase offensiva che fa bene, altrimenti saremo sempre sull'altalena. Se vogliamo arrivare in fondo e lottare per vincere il campionato i ragazzi devono capirlo, altrimenti faremo fatica e ci innervosiremo. Un conto è la consapevolezza di essere forti, un conto è la supponenza e noi non dobbiamo essere supponenti". 

GIACCA VOLATA - Come contro il Carpi due anni fa, la giacca di Allegri è volata via durante la partita: "Spero che sia la prima e l'ultima volta che lancio la giacca via. Bernardeschi ha fatto bene e anche Bentancur, anche se quest'ultimo deve essere più tranquillo sulle giocate. Abbiamo rispetto del Napoli,  dell'Inter e di tutte le squadre che lottano per lo scudetto: si deciderà all'ultima giornata. Noi nelle ultime cinque partite avremo tre scontri diretti: se riusciremo a essere attaccati al gruppo avremo buone chance di vincere".