76
Jorge Antun è a Torino. E questo può voler dire molte cose: la principale è che la Juve è pronta a riprendere le trattative per il rinnovo del contratto di Paulo Dybala. Che si erano interrotte bruscamente a metà estate, troppo ampia la distanza tra domanda e offerta, pure a livello progettuale c'era più di qualcosa da rivedere. Se i contatti non si sono mai interrotti, ora però si può nuovamente fare sul serio. Mentre se una cessione in extremis non è mai da escludere fino a quando il mercato non si è concluso, ormai i tempi per intavolare una trattativa del genere non sembrano essercene, così come nel frattempo non si è ancora palesata una vera proposta da altri club. D'altronde servirebbero almeno 80-100 milioni per convincere la Juve a lasciar andare Dybala, una storia completamente diversa rispetto a quella dell'estate 2019 che vedeva il club bianconero spingerlo fuori in ogni modo. Di sicuro essere tutti presenti rappresenta un punto di partenza importante per non perdere tempo prezioso.
SENZA FRETTA - Antun è a Torino quindi, ed è una notizia importante. Con lui è arrivata anche la mamma di Paulo, Alicia. Punto di riferimento fondamentale per la Joya, soprattutto quando ci sono decisioni importanti da prendere. E prima di tutto va ritirata anche la strategia, considerando la fase di stallo in cui era piombata la trattativa dopo i progressivi passi in avanti della scorsa stagione. La presenza dell'agente a Torino però può permettere anche di anticipare  questa trattativa per il rinnovo, nel caso in cui si presentassero le condizioni giuste: un appuntamento con la dirigenza bianconera ancora non è stato fissato, con ogni probabilità bisognerà almeno aspettare di risolvere la questione centravanti anche per capire quanto margine a bilancio ci sia per andare all in da parte della Juve. Intanto il tempo passa e ogni giorno si trasforma in un elemento a favore di Dybala in questa trattativa, in organico sta per inserirsi un giocatore in più che guadagna uno stipendio migliore della Joya (che sia Edin Dzeko o Luis Suarez, poco importa) e il 30 giugno 2022 sempre meno lentamente si avvicina.