117
Basta poco alla Juve per battere il Brescia, quel poco arriva a fine primo tempo grazie a una punizione di Dybala arrivata appena dopo l'espulsione di Ayé. Migliore in campo per la Juve è Cuadrado, autore anche del secondo gol. Male Balotelli. Queste le pagelle di Calciomercato.com.

Juventus-Brescia 2-0

Juventus
Szczesny 6: sempre sicuro quando chiamato in causa.
Danilo 6: prestazione ordinata la sua, tiene la posizione.
Rugani 6,5: annulla Balotelli.
Bonucci 6: ben presto ammonito, evita così guai peggiori fermando il contropiede bresciano e saltando per squalifica la Spal (33' s.t. Chiellini s.v.)
Alex Sandro 6,5: ha una prateria davanti a sé, prova a sfruttarla.
Ramsey 6: va di strappi, sbaglia tanto ma per voglia di strafare, alla fine è sua parte della giocata decisiva quando costringe al fallo da espulsione Ayé che poi Dybala trasforma nel gol dell'1-0 (21' s.t. Pjanic s.v., 28' s.t. Matuidi 6,5: entra in tempo per fornire la sponda a Cuadrado che vale il 2-0).
Bentancur 6: ritmi blandi e un errore clamoroso al limite della propria area che poteva costare caro, molto meglio nel secondo tempo quando colpisce anche un palo dalla lunga distanza.
Rabiot 6: aiuta Bentancur a riempire la mediana, si allarga in fase difensiva.
Cuadrado 7: va al doppio della velocità dei compagni, per tutto il primo tempo almeno è lui il principale pericolo della difesa bresciana, nella ripresa viene premiato da un gol meritato.
Higuain 5,5: un pomeriggio da centravanti puro, lo spreca con una prova incolore.
Dybala 6,5: si divora un gol colossale, spesso perde il tempo giusto palla al piede, ma è lui a deciderla su punizione.
All. Sarri 6: la Juve torna a vincere e questa è la notizia migliore. Però rischia di perdere Pjanic e in assoluto è protagonista di un pomeriggio soporifero, contro un avversario troppo poco consistente.

Brescia
Alfonso sv: un colpo alla testa lo manda ko (10' p.t. Andrenacci 6: ci mette un po' a capire dove si trova, poi compie un grande intervento sul colpo di testa di Rugani e trova sicurezza).
Sabelli 6: limita i danni dalla sua parte.
Mateju 5,5: ruvido.
Chancellor 6: comanda la difesa con personalità senza badare mai al sotille.
Martella 5: dalla sua parte Cuadrado è una costante spina nel fianco.
Bisoli 6: corre, corre, corre.
Dessena 5,5: davanti alla difesa prova a mettere ordine senza successo.
Bjarnason 5,5: se la vede con Ramsey, fisico contro tecnica (35' s.t. Ndoj s.v.).
Zmrhal 5,5: nella terra di nessuno (45' s.t. Skrabb s.v.)
Balotelli 5: uno di quei giorni no.
Ayé 4,5: due ammonizioni in tre minuti, peggio di così...

All. Lopez 5,5: la salvezza non passava dallo Stadium, la fortezza regge 39 minuti e forse non poteva chiedere altro ai suoi in questo momento considerando defezioni e inferiorità numerica.