52
La Juve tenta l'affondo. Ma il tempo per vedere Erling-Braut Haaland in bianconero potrebbe essere ancora una volta rimandato. Il centravanti norvegese fa gola a tutti in Europa, il rapporto con la società bianconera è ottimo, quello tra Mino Raiola e la Juve è sempre più fruttuoso. Eppure Haaland non ha fretta, né di decidere, né di arrivare subito a un top club. 

L'OFFERTA – Procedendo con ordine, l'offerta. La Juve ha deciso di affondare, la proposta sul piatto è già molto ricca, da oltre 3 milioni netti a stagione più bonus, per cinque anni. E con il Salisburgo i rapporti sono tali da andare oltre l'eventuale sgarbo da clausola rescissoria, per quanto il prezzo possa sensibilmente scendere dalla richiesta iniziale di oltre 70-80 milioni: tra i 30 e i 40 milioni, Haaland può partire.

LA SITUAZIONE - Ma il punto non è quello economico, né con il giocatore né con il club austriaco. Haaland da anni è nel mirino bianconero, è stato a meno di un passo dalla Juve prima del passaggio al Salisburgo. Una scelta che si è rivelata azzeccata, l'esplosione a livello internazionale ne è stata la conferma. Ecco quindi che la famiglia Haaland, sostenuta da Raiola, si sta convincendo che tra il Salisburgo e la Juve o un altro club di primissima fascia (praticamente tutti sono pronti a pagarlo a peso d'oro) dove non sarebbe certo del posto da titolare, possa essere necessario un ultimo passaggio intermedio. Che potrebbe portarlo magari in Bundesliga e magari al Lipsia, club lanciato in vetta alla classifica e stabilmente impegnato in Europa, tra l'altro con proprietà in comune al Salisburgo (la Red Bull). La partita per Haaland è appena cominciata, per una volta non è detto che possa vincere il migliore.