Da VivoPerLei
Saverio La Pietra scrive:


Doveva essere l’anno di transizione.
Doveva essere l’anno nel quale la Juve avrebbe dovuto prima di tutto capire come sopperire alle partenze di Pirlo, Vidal e Tevez, top player nei loro ruoli e protagonisti degli ultimi scudetti.
Doveva essere l’anno nel quale si sarebbero dovuti inserire dei giovani interessanti ma che non avevano mai avuto a che fare con grandi palcoscenici come Dybala, Alex Sandro, Rugani.
Doveva essere l’anno nel quale quella maglia numero 10 sulle spalle di Pogba sembrava decisamente troppo pesante per uno come lui.
Doveva essere l’anno nel quale Allegri avrebbe mostrato tutti i suoi limiti, visto che l’anno prima (secondo i suoi detrattori) aveva sfruttato l’onda ed il lavoro di Conte.
Doveva essere l’anno nel quale alcune concorrenti come Inter, Roma e Napoli avrebbero dovuto approfittarne per vincere un campionato che fino a quel momento sembrava un monopolio bianconero.

E invece è stato il solito dominio, una cavalcata tanto sorprendente quanto disarmante, condita dalla rabbia che tutte le condizioni scritte sopra si stavano avverando, almeno fino alla decima giornata.

Ed è proprio per questo che l’impresa della Juve, capace di vincere lo scudetto quando mancano ancora 3 giornate, avendo praticamente rinunciato a giocare le prime 10, fa decisamente paura alle sue avversarie.
Era nell’aria la sensazione che la Juve prima o poi sarebbe tornata una macchina perfetta, la speranza degli avversari era proprio che questo sarebbe successo più “poi” che “prima”. Che la “pausa” si protraesse almeno fino ad un punto di “non ritorno”. Ed invece, da quel gol di Cuadrado nel derby di andata in poi, la Juve ha rimesso insieme tutti i cocci ed è diventata invincibile. Quel che più spaventa le sue rivali è proprio il...CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE E PER COMMENTARE
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

APRI ORA IL TUO BLOG IN VIVO PER LEI, GLI INTERVENTI PIU' INTERESSANTI SARANNO DISCUSSI DALLA REDAZIONE E SARANNO PUBBLICATI SULLA HOMEPAGE DI CALCIOMERCATO.COM