154

Quanta fatica per prendere o riprendere un giocatore di propria proprietà. Ma alla fine Leonardo Spinazzola dovrebbe tornare alla base con un anno di anticipo. Un affare non fatto, ma che si farà. Nelle prossime ore, entro la giornata di domani, un nuovo incontro tra i dirigenti di Juve e Atalanta: sul piatto un premio di valorizzazione quadruplicato, 4 milioni subito rispetto al milione previsto dall'accordo originario che vedeva l'Atalanta godere di un riscatto a 2.5 milioni e la Juve di un controriscatto a 3.5 milioni. Ma questo non basterà. Perché oltre ad aver agevolato l'Atalanta nella trattativa per arrivare a Diego Laxalt, ora la Juve è chiamata ad uno sforzo ulteriore, in attesa di capire se concedere la lista gratuita a Stephan Lichtsteiner o accettare il forcing del Galatasaray per Asamoah.

 

LA RICHIESTA – Il club bergamasco preferirebbe evitare un investimento iniziale come quello richiesto dal Genoa per Laxalt, a fronte di un incasso così risicato seppur molto più alto di quanto pattuito. Così, l'affare in sinergia, potrebbe vedere la Juve non più garantirsi una corsia privilegiata per il futuro, ma forse un ruolo di società da subito acquirente dell'esterno uruguaiano da girare nuovamente in prestito biennale all'Atalanta con diritto di riscatto e controriscatto sulla scia di quella formula che tanto sta convincendo il club bianconero nel gestire i propri talenti nell'era post-comproprietà. Che fatica per un giocatore già di proprietà, ma Spinazzola si avvicina a al ritorno. E nel frattempo da oggi torna a disposizione di Gasperini.  

@NicolaBalice



GIOCA A FANTACALCIOMERCATO, il gioco più appassionante e divertente del web. Si può giocare solo su CALCIOMERCATO.COM e la partecipazione è GRATUITA. 
Basta essere registrati a Calciomercato.com e cliccare su fanta.calciomercato.com