73
Asse bollente Londra-Torino. La Juventus si avvicina sempre più a Maurizio Sarri, che ha esplicitamente chiesto al Chelsea di essere liberato. Ma il tecnico ex Napoli potrebbe non essere l’unico a tornare in Italia. E’ infatti in bilico la posizione ai Blues di Gonzalo Higuain. Ma non solo l’argentino: i bianconeri riflettono anche su Emerson Palmieri.

HIGUAIN - Fino a poche settimane fa, complice il blocco del mercato del Chelsea, il futuro del centravanti argentino sembrava scritto: accordo tra i club e permanenza a Londra. Le cose però stanno cambiando velocemente. Qualora Maurizio Sarri divenisse il nuovo allenatore della Juventus, il futuro di Gonzalo Higuain potrebbe essere, nuovamente, a tinte bianconere. Il centravanti si è lasciato molto bene con l’ambiente juventino, con gli ex compagni è ancora in buone relazioni e lo stesso si può dire del suo rapporto con Paratici. Il Chelsea per riscattarlo dovrebbe versare 36 milioni di euro nelle casse bianconere, oppure con 18 milioni potrebbe rinnovare il prestito (rilevato dal Milan a gennaio). Cifre importanti per un classe ’87, a maggior ragione se la sua presenza può costituire un freno per la definitiva esplosione di giovani come Hudson-Odoi. Il destino di Higuain è così legato a quello di Sarri.

IDEA EMERSON - Non solo Higuain. La Juventus sta riflettendo anche su Emerson Palmieri. Il terzino sinistro, pallino di Paratici, è stato già vicino ai bianconeri nell’estate del 2017. Non se ne fece nulla, anche complice un pesante infortunio al crociato. Ora il profilo del brasiliano, naturalizzato italiano, torna di moda. Può prendere il posto di Alex Sandro e diventarne l’erede, così come doveva essere qualche anno fa. Anche n questo caso però dovrà essere tenuto in conto il blocco del mercato del Chelsea, che prima di privarsi dell’esterno dovrà quantomeno assicurarsi la permanenza di Marcos Alonso.