68
Anno dopo anno, Alex Sandro è sempre stato a un passo dalla cessione. Ma le priorità della Juve sono state altre, a tal punto da rifiutare offerte da 60 milioni (Chelsea e Psg, 2017) e 50 milioni (Psg, 2018): entrambe congrue, ma fuori tempo massimo, con la Juve che non avrebbe avuto modo di trovare un sostituto all'altezza. Poi, il rinnovo negli scorsi mesi: ricco aumento fino agli attuali 5,5 milioni di euro più bonus e prolungamento al 2023. Ma anche un rendimento tra più ombre che luci. E ora? Le parti si sono quasi invertite. Alex Sandro non spinge più per la cessione, anzi. La Juve invece aspetta che dal mercato possa tornare un'offerta alta quanto basta per poter realizzare una ricca plusvalenza e investire il ricavato sul suo erede ma anche in altre zone del campo.

EMERSON PALMIERI – Una pista sempre calda è quella che porta a Emerson Palmieri. Subito dopo Italia-Bosnia è stato proprio l'esterno del Chelsea a tenere viva questa pista: “Io alla Juve? Lo so, dicono tutti che io possa venire alla Juve, ma io sono molto tranquillo, lavoro e cerco di non pensare a queste cose”. Frasi di circostanza, ma le smentite hanno spesso un altro tono. La Juve d'altronde avrebbe già voluto portarlo a Torino negli scorsi anni, quando era alla Roma ma anche lo scorso gennaio: poi Leonardo Spinazzola si è opposto al passaggio al Bologna, chiudendo quindi le porte di ingresso sia a Emerson Palmieri che a Matteo Darmian. Ora la storia si ripete, se dovesse liberarsi un posto ecco che la Juve ci proverà e lo farà con grande convinzione, non a caso ha provato a spostare su di lui il discorso legato all'accordo economico per liberare Maurizio Sarri. Il blocco del mercato del Chelsea non aiuterebbe, Emerson Palmieri resta però un obiettivo, anche se poi a fargli posto dovesse essere Spinazzola invece di Alex Sandro.

OCCHIO A MARCELO – Così come Marcelo. Il Real Madrid ha identificato in Mendy il suo erede, a questo punto la sola presenza di Zinedine Zidane non sembra poter bastare per convincere Marcelo a restare. I contatti sono avviati da tempo, la scorsa estate è stato davvero vicinissimo a raggiungere subito il suo amico Cristiano Ronaldo, la Juve resta la sua prima scelta. Ma il suo arrivo è legato a doppio filo con Alex Sandro: il tempo passa, il copione non cambia.