73
Ci siamo. Paulo Dybala rinnoverà il suo contratto con la Juve. È solo questione di tempo, l'emergenza sanitaria non aiuta ad accelerare in tal senso, a maggior ragione con la positività al Covid-19 dello stesso campione argentino. Ma il rinnovo arriverà e Dybala è pronto a tornare una volta per tutte la centro del progetto bianconero. Una consapevolezza comune, i tempi delle tensioni estive sono ormai lontane, quella situazione da separato in casa si è trasformata nella scintilla decisiva per la maturazione tecnica e comportamentale dello stesso numero 10, mai così determinante e determinato sul lungo periodo. Poi c'è la trattativa, che va portata avanti nonostante le difficoltà. Il finale però, sembra già scritto: Juve e Dybala ancora insieme, sempre più uniti.
LA TRATTATIVA. Se ne occupa Jorge Antun di portare avanti i contatti con la società bianconera. Questi dovevano essere i giorni giusti per portarla avanti negli uffici della Continassa, l'amico di famiglia e oggi agente ufficiale a tutti gli effetti di Dybala sarebbe dovuto rientrare a Torino insieme alla Joya dopo la sosta per le nazionali. Intanto questo stop forzato ha convinto tutte le parti a non perdere troppo tempo, riprendendo quella trattativa abbozzata già a dicembre e facendola entrare nel vivo anche a distanza, in conference call. Tra domanda e offerta poi la distanza, pur presente, non è apparsa assolutamente insormontabile: la proposta della Juve da circa 10 milioni netti bonus inclusi andrà alzata, non troppo, la sensazione è che a quota 12 milioni tutto incluso (la quota De Ligt per intenderci, quindi al top degli ingaggi bianconeri eccezion fatta per Cristiano Ronaldo) possa esserci la fumata bianca. Per un contratto che legherà Dybala alla Juve fino al 30 giugno 2024 o 2025. E il problema dei diritti di immagine? In questo caso non dovrebbe essere un problema, quantomeno tale da complicare la trattative: rispetto a quanto capitato per esempio nei contatti con United e Tottenham, il tema resterà fuori dall'accordo con la Juventus e sarà una questione di cui si dovrà occupare solo Dybala con i suoi legali. Insomma, niente sembra potersi mettere di mezzo tra la Juve e la Joya per il rinnovo.