125
Sta per tornare. Dopo la panchina contro la Roma, Paulo Dybala è pronto a dire la sua con la maglia della Juventus. Dall'ultima apparizione, nel ritorno degli ottavi di finale di Champions League contro il Lione, sono passati quasi due mesi, la Joya ha tanta voglia di spaccare il mondo, di far parte del nuovo progetto di Pirlo. Con il quale il rapporto è ottimo e il confronto è continuo. Il campione del mondo 2006 in questi giorni ha provato l'argentino da falso nueve, nel tridente con Ronaldo e Kulusevki, o da seconda punta in un attacco a due con CR7 e l'ex Parma trequartista, con la possibilità di scambiarsi spesso posizione con lo svedese, per dare meno punti di riferimento possibili agli avversari. Idee, per una Juve che non può far cadere il peso dell'attacco solo sul fenomeno portoghese.

RINNOVO - Dybala ora ha la testa al campo, per il rinnovo c'è tempo. Il contratto è in scadenza nel 2022, dopo un confronto, nei giorni scorsi, con il suo agente Jorge Antun, Fabio Paratici ha rimandato ogni discorso a dopo il 5 ottobre. La richiesta è sempre di 15 milioni di euro netti a stagione, troppi per Agnelli, che non intende più mettere a bilancio ingaggi così pesanti. Ci sarà modo di parlarne, ora bisogna pensare al Napoli, al quale Dybala in campionato non ha ancora mai segnato.