281
Paulo Dybala non è stato inserito nella lista dei convocati della Juventus per il ritiro precampionato. L'attaccante argentino si godrà qualche giorno di vacanza dopo la fine della Coppa America con la Seleccion e, mercato permettendo, soltanto il 13 luglio si aggregherà alla squadra a disposizione di Maurizio Sarri. Una squadra che sarà estremamente diversa rispetto alla passata stagione, ma una squadra in cui Dybala continua a rappresentare un enorme enigma tecnico-tattico.

DYBALA È UN CASO - Paulo Dybala è un caso? La risposta a questa domanda per larghi versi è sì, perché i numeri e le statistiche dell'ultimo anno di Juventus della Joya non solo non sono stati esaltanti, ma sono al contrario stati controproducenti. E sì, siamo sicuri che tanti tifosi bianconeri storceranno il naso perché considerano colui a cui è stata data la numero 10 bianconera ancora un potenziale fenomeno. Probabilmente lo è e probabilmente lo sarà, ma potrà esserlo in questa Juventus? 

SI È SVALUTATO - La verità è che Dybala oggi si è svalutato al punto che la Juventus nel corso dell'estate non ha ricevuto nessuna proposta di acquisto per lui. Neanche una richiesta di informazioni dai club cinesi che tanto stanno ricominciando a guardare al nostro campionato. Senza arrivare agli estremi di casa Inter con il connazionale Icardi, il cartellino oggi non solo non vale i 150 milioni chiesti al Real Madrid la scorsa estate, ma non vale neanche i 100 che la Juventus pensa di poter incassare. Il prezzo lo fa il compratore, dicono e ripetono spesso gli addetti ai lavori come il ds Fabio Paratici, e se nessuno ti cerca il tuo valore è praticamente nullo.

MAROTTA O SARRI, CHI LO SALVA? -
Che futuro aspetterà Dybala il prossimo 13 luglio quando arriverà alla Continassa? La Juventus sta cambiando, dicevamo, sotto gli ordini di Maurizio Sarri e grazie ai colpi di mercato di Paratici. L'allenatore ha confermato che Ronaldo agirà da prima punta e, proprio come l'anno scorso toccherà alla Joya adattarsi al suo fianco. Sarà Sarri a dover lavorare per trovare una versione di Dybala diversa rispetto a quella ammirata l'anno scorso, altrimenti per l'argentino l'unica ancora di salvezza potrebbe essere rappresentata da colui che, a Torino, l'ha portato e coccolato. Quel Beppe Marotta ad dell'Inter che lo stima ancora e con cui la Juventus sta trattando per acquistare Mauro Icardi. Con Maurito in bianconero la permanenza di Dybala potrebbe essere ancora più complicata e lo scambio, per tutti, rappresenterebbe infine la mossa migliore.

@TramacEma