145
Sono giornate davvero calde per la dirigenza della Juventus in ottica mercato. Trattative aperte su più fronti, due i principali: l'acquisto di Manuel Locatelli dal Sassuolo e il rinnovo di Paulo Dybala. Per il primo ci sono stati passi in avanti nell'incontro di ieri, con i bianconeri che hanno alzato l'offerta ma ancora non è stato trovato un accordo decisivo per quanto riguarda la formula; atteso, quindi, un nuovo summit per chiudere la prossima settimana. Per Dybala, invece, il secondo round con il suo agente Antun si è tenuto mercoledì: un altro incontro interlocutorio, dopo il primo del 6 luglio. Oggi è atteso il terzo incontro, con le sensazioni positive che filtrano da entrambe le parti potrebbe essere una giornata chiave, magari non per la fumata bianca, ma per la decisiva accelerata.

LA SITUAZIONEDybala va in scadenza a giugno 2022, la Juve ovviamente non vuole perderlo a zero, soprattutto dopo aver deciso di farne il giocatore chiave del progetto, per il presente e per il futuro. La volontà di entrambe le parti, quindi, è di continuare ancora insieme il matrimonio iniziato nell'estate del 2015, quando l'argentino arrivò dal Palermo. La Joya, attualmente, percepisce uno stipendio di 7,3 milioni di euro, cifre importanti che però vorrebbe aumentare fino a 10, anche per la considerazione e la fiducia che la società ripone su di lui. Al centro del progetto tecnico, quindi, ma anche in cima alla classifica del monte ingaggi, dopo le cifre irraggiungibili di Ronaldo l'argentino conquisterebbe il secondo posto, superando de Ligt a quota 8.
LE RICHIESTE La Juventus e l'entourage di Dybala sono virtualmente d'accordo sia sul prolungamento (fino al 2025) che sulle cifre del nuovo contratto, che arriverà a 10 milioni di euro all'anno bonus inclusi. Cosa manca, quindi? Antun vorrebbe inserire anche una clausola rescissoria di 50 milioni, un'idea che non stuzzica i bianconeri. La Juventus, invece, la vorrebbe almeno di 70, nel caso in cui dovesse essere inserita. Un dettaglio importante, ma la sensazione è che entrambe le parti vogliano concludere la trattativa il prima possibile per guardare verso un futuro tranquillo e blindato. Il rinnovo di Dybala sembra solo questione di tempo, chissà che il terzo incontro con Antun non possa essere quello decisivo.