92
I rapporti sono tornati buonissimi. La Juventus e il Milan con le rispettive dirigenze hanno avuto più di un dialogo diretto negli ultimi giorni: scambi di idee, confronti di mercato, opportunità potenziali da tenere in considerazione. Perché ai rossoneri piace tantissimo Demiral che la Juve non vende a cuor leggero, tutt'altro; i bianconeri si sono informati sulle varie situazioni contrattuali delicate del Milan, le parti hanno ottimi rapporti e per questo pur senza avviare trattative, i due club sono tornati a riaprire un tavolo di affari potenziali dopo l'estate di Higuain, Bonucci, Caldara & co.


APERTURA MANDZUKIC - In particolare, la Juve ha fatto sapere al Milan di essere pronta a vendere Mario Mandzukic a gennaio anche a un club italiano proprio come quello rossonero. Le complicazioni per Zlatan Ibrahimovic rimangono, ecco perché il croato può essere un'opportunità gradita e Paratici ha ribadito l'apertura a liberarlo anche a condizioni favorevoli per il Milan. Uno scenario che al momento però rimane vincolato alla Juventus: Boban, Maldini e Massara sperano ancora in Ibrahimovic e non hanno dato risposte sull'idea di fare offerte per Mandzukic, né il croato stesso ha fatto sapere la propria opinione su un potenziale trasferimento al Milan. Un'idea nata dalla Juve quindi, disponibilità a parlare di Mario. La dirigenza rossonera prende tempo, si deciderà più avanti. Perché "le alternative non mancano", parola di Maldini. E i dialoghi tra Milan e Juve sono ripartiti. 
Ascolta "Milan e Juve parlano per Mandzukic" su Spreaker.