22
Anche la Juve è pronta a riaprire il proprio centro sportivo. Tra martedì e mercoledì le porte dello Juventus Training Center della Continassa verranno spalancate per tutti i calciatori rimasti in Italia durante questa fase, che lo vorranno. A loro disposizione uno staff ridotto, composto da medico, fisioterapista e un preparatore atletico, mentre non dovrebbe esserci Maurizio Sarri. Rispetto ad altre realtà, avendo ogni giocatore a propria disposizione una stanza del J Hotel, per chi volesse sarà poi possibile sfruttarla per riposarsi e lavarsi dopo gli allenamenti.

GLI STRANIERI – Richiamati oggi alla base anche tutti i calciatori attualmente all'estero. Non c'è una data limite entro al quale dovranno tutti essere di nuovo a Torino, perché dipenderà dai tempi necessari per organizzare i viaggi di rientro. Considerando pure le difficoltà di Cristiano Ronaldo e del suo jet privato (leggi qui), non è affatto un problema di poco conto, soprattutto per chi si trova in Sudamerica. Allo stato attuale delle cose e in attesa di nuove disposizioni, tutti e dieci i giocatori bianconeri una volta tornati a Torino dovranno poi sottostare ai quattordici giorni di isolamento obbligatorio per chi rientra dall'estero, che potranno effettuare a casa o nella propria stanza del J Hotel. Non solo Matthjis de Ligt infatti aveva lasciato Torino negli scorsi giorni, ma anche Blaise Matuidi.