24

Juventus-Siviglia 1-0

Buffon 6
Ordinaria amministrazione

Barzagli 7
Sa fare tutto, anche crossare col goniometro. Campione vero.

Bonucci 6
Sempre puntuale

Chiellini 6.5
Capitano senza fascia, il segnale più importante lo regala spiegando a Dybala come muoversi mentre tutti festeggiano il gol di Morata.

Evra 6.5
Macina chilometri a dispetto dell'età, la fascia sinistra è ancora tutta sua.

Cuadrado 6
A livello individuale forse la prestazione meno divertente, in termini di concretezza forse la più utile.

Khedira 7
Porta solidità e personalità, proprio quello che serviva alla Juve in questo momento. Esce tra gli applausi dello Stadium.

(75' Alex Sandro 6)
Entra e offre il suo contributo in un finale più delicato che scontato

Hernanes 6
Non gioca male, ma nemmeno bene. O per meglio dire, non è lui a catalizzare la manovra né a render fluido il giro palla bianconero. Ma rispetto a quanto visto al San Paolo, dieci passi avanti.

Pogba 6.5
Non è ancora l'extra-terrestre che i tifosi sognano. Capisce il momento, si fa umano e non si risparmia per la causa anche da esterno se necessario.

Dybala 6.5
Gli manca il gol, ma ci va vicino in almeno due occasioni. Ciò che più conta è vederlo andare a caccia di palla e responsabilità, senza precisione ancora ma sicuramente senza paura.

(86' Rugani sv)
Primi minuti, serve anche questo.

Morata 7
La Champions lo rende spietato: non incanta, a volte si nasconde, ma segna sempre. E son sempre gol pesanti.

(80' Zaza 6.5)
Entra e chiude la gara. Due gol in tre partite per guadagnarsi un posto nelle rotazioni, obiettivo che sembrava irraggiungibile ad agosto.

All. Allegri 6.5
Fa di necessità virtù, disegna una Juve che attacca secondo un 3-5-2 a trazione anteriore ed un 4-4-2 che non soffre nulla in fase di non possesso. Si fida di Khedira e Barzagli, si capisce perché.