33
Il mercato è chiuso, si fa per dire. Le manovre rimaste in sospeso durante l'ultima sessione estiva, infatti, sono già pronte a ripartire. La Juve, in particolare, mentre sta vedendosi esplodere in mano il caso Emre Can, è già all'opera per concludere a gennaio alcune di quelle operazioni rimaste in sospeso. Quella del tedesco, sicuramente. Come di Mario Mandzukic, aspettando il pieno recupero di Marko Pjaca. E di Mattia Perin, che in realtà a gennaio potrebbe compiere semplicemente un salto indietro di sei mesi.

IL BENFICA C'E' - Il portiere bianconero era ormai pronto a diventare un giocatore del Benfica. Accordo trovato tra club, intesa raggiunta sull'ingaggio, accoglienza da eroe. Poi è saltato tutto, non senza tensioni: problemi nelle visite mediche secondo il Benfica, tutto sotto controllo secondo la Juve, con tanto di botta e risposta anche in via ufficiale. Il risultato è stato in ogni caso l'interruzione di una trattativa ormai chiusa, con il Benfica che si era detto disposto a rimandare tutto a gennaio e la Juve che nel frattempo ha cercato nuove soluzioni. L'Aston Villa la più calda, il Monaco la più recente. Niente da fare. Ma ora gli obiettivi di tutti potrebbero nuovamente coincidere. E dal Portogallo giungono nuovi segnali positivi per la ripresa della trattativa: a Lisbona serve ancora un portiere, Perin piace come e più di prima, una volta completato il recupero (tra ottobre e novembre) potrà concretizzarsi nuovamente l'offerta del Benfica. Trovando una rinnovata apertura da parte della Juve. Il mercato non chiude mai...