105
La Juve si riscopre corta sulla fascia destra. I bianconeri, dopo la vittoria casalinga contro il Crotone, fanno la conta per quanto  concerne il prossimo impegno, fondamentale in ottica rincorsa scudetto all'Inter dell'acerrimo rivale Antonio Conte, in programma sabato sera alle 20.45 al Bentegodi di Verona contro il temibile Hellas di Ivan Juric.

LE SCUSE DI DANILO E GLI INFORTUNI, DA CUADRADO A BONUCCI -  Nel pomeriggio infatti sono arrivate le scuse da parte del brasiliano Danilo, reo a suo dire di aver incassato un cartellino giallo inutile che gli farà saltare proprio la sfida agli scaligeri: piove sul bagnato, perché secondo quanto appreso da Calciomercato.com, né Juan Cuadrado né tantomeno Giorgio Chiellini e Leonardo Bonucci recupereranno per la trasferta. 
LE IPOTESI: DA DRAGUSIN AL CAMBIO MODULO - Chi giocherà dunque terzino destro? L'emergenza che sta attanagliando da qualche tempo Andrea Pirlo non accenna a placarsi: il "mea culpa" di Danilo fa intendere la gravità della situazione e al momento la soluzione più probabile è l'inserimento del giovane rumeno classe 2002 Radu Dragusin, grazie al confortante precedente contro la Spal in Coppa Italia. Molto più indietro le ipotesi Alex Sandro spostato di fascia o addirittura McKennie, ancora più difficile vedere il giovane Di Pardo, che non appare pronto. Tra l'altro gli avversari su quella fascia di competenza saranno Dimarco, Lazovic e Zaccagni, non proprio gli ultimi arrivati. Un'altra ipotesi è la difesa a tre pura, con Demiral, De Ligt e Alex Sandro, e Chiesa e Bernardeschi tra i 5: tutte soluzioni che non fanno dormire sonni tranquilli al tecnico bianconero.