66

Accolto come il salvatore della patria, ha avuto bisogno di un finale col brivido per poter raggiungere l'obiettivo con cui era arrivato sulla panchina dell'Argentina: portare l'albiceleste al Mondiale. E Jorge Sampaoli ha cambiato e stravolto quanto fatto da Bauza e Martino ancora prima, rivoluzionando di volta in volta l'organico di un'Argentina che alla fine si è aggrappata ancora una volta a quel fenomeno che risponde al nome di Lionel Messi. Due le decisioni clamorose tra le tante che lo legano anche al mondo Juve: quella di escludere Higuain, quella di panchinare Dybala. Almeno per ora. Eppure, il vero motivo che lega il suo cammino a quello dei bianconeri è un altro.

CONTINUA A LEGGERE SU ILBIANCONERO.COM