Il suo Mondiale è fino già da qualche giorno. Ma il tempo delle riflessioni per Diego Godin non è ancora terminato. Ed ogni ora che passa, aumenta un po' di nervosismo in casa Atletico Madrid. Su un piatto il rinnovo, ricco e simbolico, che possa legarlo a vita ai colchoneros. Sull'altro l'offerta, ricca, della Juve: affascinante, soprattutto ora che l'effetto Cristiano Ronaldo può spostare ulteriormente l'ago della bilancia.

E la presenza di Paco Casal in questi giorni a Milano è un'ulteriore conferma di come il difensore centrale non abbia ancora deciso di dire sì all'Atletico: il manager uruguaiano non è più l'agente di Godin ma è uno degli intermediari di riferimento di questa operazione. Ecco che il capitano dell'Uruguay rimane quindi in cima alla lista dei desideri di Max Allegri per rinforzare la difesa ed andare a comporre una coppia da Champions con Giorgio Chiellini.

 

LA SITUAZIONE – La palla è saldamente nei piedi di Godin dunque: come anticipato da calciomercato.com, l'Atletico non farà sconti nel caso in cui il centrale decidesse di lasciare Madrid ma la Juve ha assicurato di essere pronta a pagare la clausola rescissoria in essere da circa 20 milioni di euro. Prima, però, bisognerà vendere. C'è Daniele Rugani in direzione Londra sponda Chelsea, la trattativa decollerà a breve con la Juve che punta a realizzare non meno di 40 milioni più bonus dalla sua cessione. E poi bisognerà ancora definire la posizione di Mehdi Benatia, che potrebbe anche restare ma valuterà con attenzione insieme al club bianconero ogni offerta: Marsiglia in pole position, dai 20 milioni in su potrà partire anche lui.

@NicolaBalice