230
Prima un viavai di voci rimbalzate dai corridoi di Procura e Palazzo di Giustizia, poi la conferma di diverse agenzie stampa: il prossimo passo della protesta da parte dei gruppi organizzati della Curva Sud è la mancata partecipazione alla trasferta di Madrid. Tanto per cominciare, insomma. Anche se i veri segnali di questa faida tra la tifoseria organizzata bianconera e la Juventus sono attesi poi per i prossimi giorni, considerando come in realtà siano pochi i tifosi coinvolti che sarebbero stati attesi in questa prima trasferta di Champions. Occasioni, queste, che vedono solitamente una popolazione diversa da quella della Curva Sud popolare i settori ospiti degli stadi europei: anche, non solo, per motivi economici. Quindi niente Curva Sud itinerante al Wanda Metropolitano.

DA SABATO – Poi però sabato si torna in Italia, si torna allo Stadium, c'è Juventus-Verona in programma alle 18. E quello sarà il momento di massima allerta. Per capire come e se si svilupperà la protesta dei gruppi coinvolti dall'operazione “Last Banner” che ha portato all'arresto di dodici capi ultrà. Contro una Juventus che ha saputo prendere una posizione forte, combattendo il marcio che risiede nella propria curva, per tutelare tutti quei milioni di tifosi autentici e la loro sicurezza.