174
Dopo l'incontro di oggi con l'entourage di Paul Pogba, l'amministratore delegato della Juventus Maurizio Arrivabene ha commentato: "E' un giocatore del Manchester United, rispettiamo sia lui che il club. L'agenzia che lo gestisce ha anche Kean, Pellegrini... - ha detto a Sky - Paul non è stato l'argomento principale dell'incontro di oggi".

QUARTO POSTO - "L'anno scorso abbiamo raggiunto il quarto posto all'ultima giornata, e grazie a un'altra squadra. Si sta lavorando con l'obiettivo di entrare in Champions League, siamo quarti, l'obiettivo è stato raggiunto. Nessun trofeo? Se non vinci lo scudetto di rammarico ne hai eccome, i campionati vanno vinti. Ma ci troviamo di fronte a un cambio generazionale, anzi complimenti a Giorgio che questa sera ci saluta, ma è normale che si debba ricostruire. La vittoria è sempre l'unica cosa che conta, detto questo raggiungere l'obiettivo della Champions è sempre una buona cosa".

MERCATO - "La linea sarà legata alla sostenibilità, gli investimenti devono essere sostenibili come ho già detto per l'acquisto di Dusan a gennaio. La mossa era per anticipare il mercato, detto questo la squadra sarà costruita sulla sostenibilità, con giocatori giovani".
ITALIANI - "L'introduzione di Miretti in prima squadra segue questo segnale, quello di valorizzare i giovani, se sono italiani meglio ancora. Riguardo all'italianità, va considerato anche il livello a cui vogliamo portare la squadra. Nessuna preclusione per gli italiani, anzi se ci sono ben vengano, ma bisogna considerare i valori in campo e gli obiettivi che abbiamo".

WOMEN - "Complimenti a loro, stanno facendo cose molto importanti, è arrivato il quinto scudetto ma anche un importante cammino in Champions. Sarà fondamentale continuare a investire sul calcio femminile perchè è in crescita, in futuro darà grandi soddisfazioni".