Commenta per primo
Simone Pepe, ex esterno di Udinese e Juventus, tra le altre, parla a margine di un evento organizzato da Football Legends, partendo dal futuro della panchina bianconera: "Allegri ha fatto la storia della Juve e chiunque arriverà dovrà difendere quello che ha lasciato Allegri. Separazione giusta? E' stata 'presa bene' da tutte e due le parti, quindi era giusto così". 

SU PELLISSIER - "Ha fatto la storia del calcio giocando in un club più piccolo come il Chievo, è l'orgoglio di tutti noi. Come Di Natale, ha scritto pagine importanti della storia del calcio italiano". 

SU DE ROSSI -  "Abbiamo parlato: bastava dire sei mesi prima quello che la società pensava di fare. Io l'ho vissuto con Del Piero, Agnelli glielo disse a novembre ad Alex". 

SU CONTE - "Se andrà da qualche parte va per vincere lo scudetto. Andrà solo dove c'è un progetto che gli compete per vincere, può andare bene ovunque va. E' decisivo, ha organizzazione e porta il fisico al top del top. Ha una marcia in più, portò la Juve al livello del calcio inglese". 

SULLA PANCHINA JUVE - "Sarà uno di quelli che sono usciti, che sia Pochettino, Guardiola o Sarri. Sarri? E' importante. Magari ci va Conte. Gasperini a Roma? In questi anni ha fatto cose straordinarie, è da capire se andrà in Champions. Bisogna aspettare domenica, è da vedere se ha voglia di giocarsi la Champions con l'Atalanta".