La missione sorpasso è stata effettuata con un turno d'anticipo. Ora la Juve può tentare già la fuga. In caso di vittoria con l'Atalanta, infatti, i bianconeri voleranno a più quattro sul Napoli. Così Max Allegri fa il punto della situazione in casa Juve.

INFORTUNATI - "Gli indisponibili sono Bernardeschi e Cuadrado, da vedere Alex Sandro che ieri era un po' affaticato".

BUFFON - "Rientra sicuramente".

FUGA - "Siamo in testa da pochi giorni, bisogna essere bravi a non mollare l'osso. Ma bisogna fare un passetto alla volta, il Napoli è lì e ha grandi possibilità di vincere lo scudetto. Vediamo cosa succede domani, servirà partita difficile per conquistare tre punti. Lo dico e lo ripeto: quando si fanno i conti, vengono fuori i contadini! Facciamo un passo alla volta, poi arriviamo alla sosta e ci riposiamo".

MATUIDI - "Aveva fatto tre partite una dietro l'altra dopo il rientro".

PJANIC - "99.9% dovrebbe rientrare".

ATALANTA - "Partite sempre difficili, perché ha rosa di giocatori che si equivalgono tutti. Giocatori fisici con buona tecnica. Serve grande rispetto per l'Atalanta, ma bisogna portare a casa i tre punti attraverso partita tecnica e tattica". 

DYBALA - "Non posso fargli fare il terzino o l'esterno a tutto campo, mi strapperebbero il cartellino...".

SARRI - "Non commento le sue parole, non commento cosa dice un'altra persona. Deve essere orgoglioso di quanto fatto, è stato a lungo in testa ed ora ha sempre l'opportunità di competere per la vittoria del campionato. Il Napoli ha 70 punti e può arrivare a 100. Al momento la quota scudetto è 100, il Napoli ha le potenzialità di vincere tutte le partite. Sarà difficile perché noi fortunatamente e grazie ai meriti dei ragazzi, siamo in corsa su tutti i fronti".

ATTACCO - "Più che Dybala, che ha anche bisogno di giocare, devo valutare tra Higuain e Mandzukic. Uno perché ha preso un'altra botta nella punizione che ha portato al gol con l'Udinese. Chi deve fare gli straordinari è Douglas Costa, ma vedremo oggi magari deciderò di non farlo giocare".

CUADRADO -  "Diciamo che mi son spiegato male. Ha fatto una visita sabato, ha continuato le terapie. Ieri ha corricchiato. E' chiaro che ora non è disponibile. Stagione finita? Si spera di no, ma al momento non è disponibile. Poi quando lo sarà, vediamo. Ha un problema pubalgico, può durare un mese o sei".

BERNARDESCHI - "Speriamo di averlo al più presto".

RIGORISTA - "Il rigorista è Dybala. Poi se durante la partita si cambia il rigorista, lo decido io".

CRISTANTE - "Per il futuro non parlo. Credevo potesse arrivare nel grande calcio altrimenti non lo avrei fatto debuttare in Champions, è un giocatore che forse si era un pochino perso perché gli avevano confuso un pochino il ruolo. E' una mezz'ala, ha corsa, fa gol, assist e ha tiro. Di sicuro non può giocare davanti alla difesa".

MANDZUKIC - "E' sempre stato importante e sempre lo sarà. Ogni tanto c'è bisogno di riposare".

CICLO - "Sono stati anni in cui ci siamo divertiti molto, in cui abbiamo cambiato tanti giocatori rispetto al primo anno. I ragazzi mi hanno e ci hanno regalato grandi soddisfazioni. Bisogna continuare perché quello che è stato, rimane nella storia. Ma bisogna incrementare i successi per essere sempre nella storia della Juventus".

RECORD - "Del record di 102 non mi interessa, se servissero 81 punti per vincere il campionato io sarei felice".

DIFESA - "Stanno bene tutti, l'unico che non è al 100% è Alex Sandro. Devo capire se Chiellini sta bene o ha bisogno di riposo".