98
Nel giorno in cui tutti aspettano l'arrivo di Edin Dzeko a Torino, arriva la conferenza stampa di presentazione per Dejan Kulusevski. Numero 44 e tanta voglia di ribaltare le gerarchie. 
 
 


SUBITO IN CAMPO - "Con la Sampdoria partita importante, sono contento di giocare e sono pronto nel caso in cui il mister mi metta in campo. Non vedo l'ora di giocare. Sono qua per vincere e migliorare, ogni giorno voglio essere più forte del giorno prima. Voglio vincere ogni partita, anche in allenamento".

RONALDO - "Cristiano è fantastico. Sono fortunato ad imparare da lui, è molto simpatico, parla con tutti. Ogni volta che parla per me è come benzina, sono fortunato di giocare con lui e spero di aiutarlo".

POSIZIONE - "Bella domanda. Ho giocato davvero in tanti ruoli, dove mi metterà Pirlo avrà ragione, sia a centrocampo, che trequartista, esterno, punta centrale, seconda punta. Dipende dalle partite, mi sento comodo in ogni ruolo".
IBRAHIMOVIC - "Ibra ha aperto porte che nessuno ha mai aperto in Svezia, è stato mio idolo. Sappiamo tutti cosa ha fatto in carriera, quando mi ha scritto e abbiamo parlato per me è stato molto importante, non potevo credere da piccolo di potermi confrontare con Ibra".

JUVE - "Qui ogni giorno è una guerra, se non sei 100% concentrato tutti ti vedono, non puoi pensare ad altro quando sei in campo. Darò tutto per far vincere la squadra".

PIRLO - "Pirlo come allenatore è fantastico, come era da giocatore. Tranquillo, parla tanto, aiuta tanto. Sono fortunato ad avere lui come allenatore, mi dà piccoli consigli che fanno la differenza".

ASPETTATIVE - "Nessuno può avere aspettative più grandi di quelle che ho io su me stesso, non avverto la pressione. Ho vent'anni e sono il ragazzo più felice del mondo, sono qua per lavorare, farò del mio meglio".