122
Tra il pareggio di Verona e il match con lo Spezia non passano che due giorni, la situazione in casa Juve resta critica. E Andrea Pirlo in conferenza stampa fa così il punto alla vigilia del turno infrasettimanale.

SPEZIA - "Sta dimostrando di essere all'altezza della Serie A, sta facendo un grandissimo campionato. Si pensava fosse una Cenerentola e invece sta dimostrando di potersela giocare contro grandi squadre, ha battuto anche il Milan. Sarà difficile e importante per noi, bisogna riscattare i due punti persi a Verona. Dovremo fare partita intensa contro una squadra di grande valore"

RIMONTA - "Ogni partita viene valutata per gli errori fatti e le giocate buone che vengono fatte. Sappiamo che siamo stati raggiunti in quattro partite ma ognuna è diversa, l'altra sera abbiamo subito gol in un momento in cui non si soffriva particolarmente e questo fa ancora più male. Errori li analizzeremo e cercheremo di non rifarli"

CHIESA - "Non è ipotizzabile da seconda punta, potremo avere altre soluzioni. Anche perché di esterni non ne abbiamo, sta giocando bene lì e continueremo a farlo giocare lì"

MORATA - "Si è allenato un po' con noi, vedremo se portarlo in panchina ma lo capiremo solo domattina"

CENTROCAMPO - "Anche Fagioli ha avuto un problema allo stomaco, McKennie sta recuperando e vedremo quanti minuti poterlo utilizzare"

SCUDETTO - "Obiettivo non cambia, siamo lontani dalla vetta ma gli obiettivi non cambiano. Guardiamo solo a noi stessi, abbiamo qualche punto di distacco ma le partite da giocare sono ancora tante e finché ci sarà spazio per recuperare saremo lì con la testa. Certo che ti aspetti punti in più, ora ne abbiamo in meno, l'obiettivo iniziale era di vincerle tutte. Sappiamo di aver perso punti in passato ma guardiamo in futuro, il futuro si chiama Spezia, una partita da vincere"

ARTHUR - "Nessuna novità, sta continuando con il periodo di riabilitazione e cercheremo di recuperarlo il prima possibile"

RIENTRI - "Torna Danilo che ci dà tante soluzioni e possiamo cambiare in corsa. Il 4-4-2 iniziale è rimasto tale in fase di non possesso, poi cambiamo anche in base alla squadra avversaria"

FORMAZIONE - "Scelte in base a chi ho a disposizione, bisogna guardare partita dopo partita. Con chi c'è proverò a fare la formazione, sicuramente avrò ragazzi dell'Under 23 da portare in panchina o schierare dall'inizio. Non guardo alla Lazio a al Porto"

CLASSIFICA - "Tutti gli anni non sono uguali. Sapevo di iniziare percorso difficile in un'annata complicata. Abbiamo cercato di costruire una squadra super competitiva e lo siamo. Non avevo magari messo in preavviso di avere tanti infortunati tutti assieme, poteva essere normale all'inizio e non ci avevo tanto pensato potessero mancare tutti ora. Ma sono fiducioso"

REAZIONE - "Dopo tante partite arriva la stanchezza più forte, in questi due giorni c'è stato soprattutto un impegno di recupero, abbiamo parlato di come recuperare energie nel minor tempo possibile e da domani lavoreremo per entrare in partita"

MORALE - "Non invidio Italiano e il suo percorso, ho avuto la fortuna di partire subito dalla Juventus e credo l'avrebbero accettata tutti. L'umore della squadra è buono, sa che abbiamo perso punti per strada ma non abbiamo abbassato la testa, c'è ancora l'entusiasmo di poter raggiungere gli obiettivi che è la cosa più importante"

ARBITRI PARLANTI - "Trovo molto giusta la decisione di far parlare gli arbitri, una cosa nuova che può aiutare tutti. Però che si parli della partita giocata da poco e non di tre o quattro anni prima"