162
Aspettando Matthijs de Ligt, la Juve presenta Aaron Ramsey. Un colpo annunciato a febbraio quello del gallese, arrivato a parametro zero dall'Arsenal e già a Torino da qualche settimana per portare avanti il percorso di recupero dall'infortunio. Avrà la numero 8 lasciata libera da Claudio Marchisio. Questi i passaggi principali della conferenza stampa di Ramsey.

IL SALUTO IN ITALIANO - "Grazie a tutti per essere qua oggi. Vorrei dire quanto sia contento di essere arrivato alla Juventus, una delle squadre più grandi al mondo. Scusate il mio italiano non è molto buono ma sto studiando...grazie"

CONDIZIONE - "Sto lavorando per recuperare al meglio. Spero di rientrare il più presto possibile, non ho ancora svolto un allenamento intero con gli altri compagni ma spero avvenga presto"

JUVE - "Quando ho sentito che la Juventus era interessata a me ho subito pensato che fosse un grande opportunità, un sogno. Allo stesso tempo anche una sfida per quanto mi riguarda, riuscire a fare un'esperienza diversa anche come stile di vita. Sperando che tutto vada bene, so che può essere impegnativo, ma sono pronto per iniziare questa sfida"

CHARLES - "Non sono in contatto con la sua famiglia ma ovviamente so che è una leggenda a tutti gli effetti, non solo alla Juve ma per tutti i gallesi. E' sicuramente un giocatore da cui trarre ispirazione, spero di seguire le sue orme, so che rappresenta moltissimo nella storia della Juve. Spero di poterlo emulare"

IMPATTO - "La squadra mi ha riservato un grande benvenuto, come i dirigenti e lo staff, ho già parlato più volte con l'allenatore. Spero di poter dare il mio contributo per riuscire a raggiungere i nostri obiettivi, darò tutto"

INFORTUNIO - "Sto facendo progressi, sto diventando sempre più forte. Decideremo nei prossimi due giorni se andrò o meno in tournée, sono piuttosto fiducioso"

GOL O ASSIST - "Un calciatore come me ama avere impatto sul gioco, fare gol, regalare assist. Cerco di creare occasioni e cercherò di segnare tanto anche qui"

CARATTERISTICHE - "Sono un giocatore che ama stare vicino all'area, che può difendere ma sa spingersi in avanti. Queste sono le mie caratteristiche. Lavorando insieme capiremo quale sarà il mio ruolo, non vedo l'ora di cominciare ad allenarmi e sono pronto ad abbracciare questa nuova sfida"

ALTRE TRATTATIVE - "Appena ho sentito che c'era la Juve interessata a me, non c'è stata più alcuna questione, non ho mai avuto dubbi. Ci sono stati altri interessamenti, ma sono qua, assolutamente orgoglioso di questo"

LA MAGLIA - "Sì, volevo il numero 8 e nel momento in cui ho visto che era disponibile ho detto: me lo prendo, è mio. So che Marchisio è stato un giocatore fenomenale, incredibile, che ha avuto una carriera straordinaria. Ci siamo anche parlati qualche volta al J Medical, non vedo l'ora di indossare questa maglia con la responsabilità che comporta, ne sono orgoglioso"

BEL GIOCO - "Voglio giocare un calcio che sia il più bello possibile, ma non è il solo modo di approcciare, l'importante è vincere. Se ci riesci giocando un calcio spettacolare raggiungi la più grande soddisfazione. Abbiamo un allenatore che ama il bel calcio, lo abbiamo visto anche l'anno scorso in Inghilterra"

SARRI - "Penso che per quanto abbiamo potuto vedere la stagione scorsa al Chelsea, spero che Sarri possa fornire stesso contributo da noi, bel calcio e successi"