53

Ultima di campionato, testa già alla Champions. Così Maurizio Sarri parla alla vigilia di Juventus-Roma, quando manca solo una settimana alla partita della verità con il Lione.

UNDER 23 - “Vedremo oggi e domani, chi può giocare gioca, chi non può non gioca”

ALIBI - “Se parlo un italiano decente la mia è stata solo una constatazione sul calendario, niente di più”

Registrati su Super6 e gioca ora gratis?

LIONE - “È meglio arrivare più freschi ma senza abitudine ai 90’ o con 14 partite in 50 giorni? Non si sa. Chi ne avrà di più, farà meglio”

TEST - “Non c’è modo di fare prove verso la partita con il Lione, di testa. È comprensibile ci possa essere un piccolo down emotivo, dovremo essere bravi a recuperare. Le condizioni mentali tra Roma e Lione saranno completamente diverse. Domani vogliamo fare soprattutto festa”

CARATTERIZZAZIONE - “C’è la mia mano, per essere il primo anno dobbiamo essere soddisfatti. Abbiamo alzato il baricentro, migliorato possesso, aumentato dominio territoriale...”

FINITO - “Campionato atipico, devastante per tutti, è durato dodici mesi e prima non si è mai visto. Questo ha affaticato le squadre, anche mentalmente oltre che fisicamente. Campionato difficilissimo. Io stanco? Ho capacità di essere devastato e poi ripartire dopo dodici ore, ho un momento di stanchezza ma riesco a rimentalizzarmi in fretta”

PIRLO - “Chiaro che allenare Pirlo sarebbe piaciuto a tutti, penso anche che si sarebbe trovato bene nel mio modo di vedere calcio. I ragazzi della Under 23 sono a posto, hanno entusiasmo, ci hanno fatto molto comodo, hanno qualità, se dovesse avere bisogno di me per sapere cosa ne penso sarò felice di aiutarlo”

ARTHUR - “Non penso niente perché non so nulla e preferisco non dire niente”

RAMSEY - “Forse rientra in gruppo oggi, domani non so ma per la Champions siamo fiduciosi”

DYBALA - “È in mano allo staff medico, quando tornerà in gruppo vedremo”

ARRABBIARE - “Io sono incazzato fisso, ci sarebbero due milioni di cose che mi han fatto arrabbiare della squadra, ma mi basta un minuto di sfogo e mi passa”

PAUSA - “Il minimo per staccare dovrebbe essere inevitabile, minimo 20 giorni di inattività dovrebbero essere obbligatori. Altrimenti a ottobre saremo a parlare delle stesse cose, è dura ma speriamo sia possibile”