1
Le assenze di Matthijs de Ligt e Paulo Dybala si sono fatte sentire contro il Milan. A San Siro la Juve ha perso 4-2 facendosi rimontare due reti. L'edizione odierna de La Gazzetta dello Sport analizza il ko partendo proprio dall'assenza dell'argentino e dell'olandese: "D come dipendenza - si legge -. D come Dybala e De Ligt, due giocatori di cui la Juve di oggi non può fare a meno. La Signora lo temeva alla vigilia e, puntualmente, se n’è accorta sulla propria pelle nella folle notte contro il Milan. Senza le due pedine più in forma della rosa, assenti per i gialli rimediati nel derby di sabato, i bianconeri sono affondati nel modo più inaspettato, quando ormai lo champagne per festeggiare lo scudetto era solo da tirare fuori dal frigorifero. L’olandese e l’argentino, non a caso, sono quelli della rosa con più minuti nelle gambe e, assenti loro, il rendimento di tutta la squadra di Maurizio Sarri cambia, così come anche il gioco, che si sviluppa in maniera diversa".