10
Sarà la paura che la Lazio vinca lo scudetto oppure, dato che le trattative ad oltranza per trovare un nuovo “padrone” non fanno pensare al meglio, ma l’aria che si respira a Roma è quella d’ una “partecipata rassegnazione”.

Partecipata perché i lupi non si abbandonano mai, rassegnazione perché chiunque verrà, molto probabilmente si troverà di fronte problemi di bilancio e, allora, giocoforza toccherà vendere. Tornare un po’ indietro, insomma: ricalibrare, per ripartire. In fondo il nuovo allenatore non è male, anzi, però il monte ingaggi dei giallorossi è secondo solo a quello della Juventus, ma i risultati non paiono certo comparabili.

CONTINUA A LEGGERE SU ILBIANCONERO.COM