68
La Juventus risale la classifica. Dopo la vittoria contro lo Spezia, sono arrivate quelle in fila con Sampdoria e Torino, buttandoci dentro l'1-0 con cui ha annientato i campioni d'Europa del Chelsea nella seconda giornata della fase a gironi di Champions League. La squadra di Massimiliano Allegri, ora, si gode la sosta, tra riposo, lavoro (con chi non va in nazionale) e recupero, degli infortunati. E tra questi c'è Paulo Dybala

RECUPERO - Uscito in lacrime dalla sfida contro la Sampdoria, la Joya ha avuto un infortunio meno grave del previsto: niente lesione muscolare, solo elongazione. Per questo la sosta nazionali, nella quale è stata 'invalidata' la convocazione con l'Argentina, capita a pennello: da una parte permette un lavoro programmato e continuo per metterlo a disposizione del tecnico in visto della sfida alla Roma di Mourinho di domenica 17 ottobre, dall'altra può essere utile per sciogliere il nodo rinnovo. 

RINNOVO - La richiesta dell'ex Palermo è di 12 milioni di euro, bonus compresa, tanto quanto percepito da Matthijs de Ligt, l'offerta bianconera è più bassa rispetto alla domanda, ma più alta rispetto a quanto proposto tempo fa: ora la Juventus mette sul piatto 10 milioni di euro, con una parte fissa più alta. C'è distanza, ma ci sono anche due settimane senza partite davanti. Per recuperare sul campo. E trovare la quadra fuori.