182
TORINO-JUVENTUS 0-1


TORINO

Sirigu 7
: salva la porta del Torino con alcuni autentici miracoli. Prima de Ligt, poi Higuain devono strozzare in gola l’urlo di gioia a causa delle prodezze del portiere del Torino che, al 70’, non può invece nulla sulla conclusione del difensore olandese. 

Izzo 6: vedersela con un avversario come Cristiano Ronaldo non è facile per nessuno, il numero 5 del Torino riesce però a portare a termine con esperienza il proprio compito. Prestazione sufficiente la sua.  

Bremer 6: a sorpresa è lui a sostituire lo squalificato Nkoulou al centro della difesa granata. Dopo appena un minuto scalda i guantoni a Szczesny con un colpo di testa da calcio d’angolo. Poi svolge bene il proprio compito .

Lyanco 6,5: continua a crescere di partita in partita. Prestazione matura da parte del numero 4 che è bravo a uscire spesso vincitore dai duelli con gli attaccanti avversari. E’ una delle note liete del Torino in questo derby. 

Aina 6: nel primo tempo vince il duello sulla propria fascia contro De Sciglio e si fa vedere in più di un’occasione in avanti in maniera pericoloso. Cala però nella ripresa, dove non riesce a dare lo stesso apporto dei primi quarantacinque minuti in fase di spinta. 

Meité 6: finalmente si rivede, anche se a tratti, il Meité che nella prima parte dello scorso campionato aveva stupito e sorpreso. Vince tutti i duelli fisici con gli avversari e si propone spesso in avanti. Nel primo tempo, ben servito da Belotti, non trova la porta per questione di pochi centimetri. 

Rincon 6: Mazzarri lo ha recuperato in extremis dopo che un infortunio muscolare lo aveva costretto ai box contro la Lazio. Nonostante non sia al top della condizione fisica, gioca una buona partita sul piano del dinamismo. 

(dal 29’ s.t. Zaza 6: dà tutto nei pochi minuti a disposizione)

Baselli 5: tra i centrocampisti del Torino è quello che è autore della prestazione peggiore. Si vede solo quando riceve un cartellino giallo per aver allontanato il pallone a gioco fermo. Un’ingenuità che poteva evitare.

(dal 40’ s.t. Millico: sv)

Ansaldi 6,5: tra i più vivaci in casa Torino. Con la sua tecnica crea più di un problema alla formazione di Sarri. Subito dopo la rete del vantaggio bianconera è autore di una bella serpentina con successiva conclusione deviata in angolo da Szczesny.

Verdi 5,5: qualche segnale di crescita dopo le brutte prestazioni delle scorse settimane. Ma da un giocatore con le qualità di Verdi è lecito aspettarsi di più, soprattutto quando ha la palla tra i piedi: commette invece qualche errore di troppo dal punto di vista tecnico. 

(dal 35’ s.t. Lukic: sv)

Belotti 6: si batte come un gladiatore per tutta la partita e mostra anche le proprie qualità tecniche in diverse occasioni. Spesso però è troppo isolato e, soprattutto, non riceva molti palloni per far male alla Juve nell’area di rigore avversaria. 


All. Mazzarri 6: il suo Torino gioca una delle migliori prestazioni di questo inizio di stagione ben al di sotto delle aspettative. In campo si rivede quella grinta che nelle scorse partite era andata persa, potrebbe bastare ciò a salvargli la panchina. 


JUVENTUS

Szczesny 7 –
Paratone su Ansaldi subito dopo il vantaggio della Juve. Vale un gol. Sempre sicuro, anche sulle uscite.

Cuadrado 6.5 – Non si fa condizionare dalla giusta ammonizione ricevuta prima dell’ora di gioco. Spinge e mostra ulteriori segnali di crescita in fase difensiva.

Bonucci 7 – Le prende tutte lui. Di testa, in anticipo, in copertura. Inizio di stagione devastante.

De Ligt 7 – Quarto tocco di mano consecutivo, stavolta Doveri dice che non è rigore ma restano dubbi. Cresce nel secondo tempo e trova il primo gol ufficiale con la maglia della Juve. Pesantissimo.

De Sciglio 5.5 – Era fuori dalla seconda giornata. Rientra in un ruolo non totalmente suo. Soffre parecchio nel primo tempo, meglio nella ripresa

Bentancur 6 – Qualche strappo, a volte tocca a lui impostare quando Pjanic è marcato. Va a velocità di crociera. (76’ Khedira 6 – Va col pilota automatico.)

Pjanic 7 – Ad inizio azione c’è sempre un granata a disturbarlo, nonostante questo si libera sempre del pallone con i tempi giusti e recupera tanti palloni. Unico.

Matuidi 6.5 – Solita corsa, solite battaglie a centrocampo.

Bernardeschi 5 – Costretto a muoversi tra le fitte maglie del centrocampo granata. Gli manca sempre qualcosa. (67’ Ramsey 6 – Ci prova con qualche inserimento, Sirigu dice di no anche a lui)

Dybala 6 – Va vicino al gol nel primo tempo ma trova i guantoni di Sirigu a respingere la sua conclusione. Inizia forte ma si spegne alla distanza. Scuote la testa al momento del cambio. (60’ Higuain 7 – Assist decisivo.)

Cristiano Ronaldo 6 – Sirigu gli nega il gol l’unica volta che riesce a rendersi davvero pericoloso. Non è brillantissimo ma neppure insufficiente.

All. Sarri 7 – Un’altra vittoria che arriva con uno dei suoi marchi di fabbrica: le palle inattive. Il gol di De Ligt è stato provato in allenamento ed è riuscito alla perfezione. Buone notizie anche per quanto riguarda la solidità difensiva. La Juve concede poco e finalmente non prende gol.