“Una rivoluzione ci salverà”, scriveva qualche anno fa la giornalista e attivista canadese Naomi Klein, sferrando una critica feroce al sistema capitalistico. Trasponendo il concetto su un pianeta completamente diverso, possiamo dire che la rivoluzione in atto in casa Juve avrà un significato tutt’altro che provvidenziale per alcuni membri della vecchia guardia. Uno su tutti, Claudio Marchisio: già scivolato nelle gerarchie di Max Allegri, il Principino potrebbe veder ulteriormente ridotto il proprio spazio nell’undici titolare in vista della prossima stagione.

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO SU ILBIANCONERO.COM